post

Aperte le iscrizioni al 36° Torneo di Natale: modulo scaricabile

E’ possibile scaricare e compilare il modulo per il Torneo categoria Pulcini che si svolgerà dal 23 dicembre al 6 gennaio.

L’Orvietana calcio Srl, visto il successo ottenuto nelle passate edizioni, ripropone ed organizza dal 23 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020, il Torneo di Natale, riservato alla categoria Pulcini, presso il Palazzetto dello Sport “Alessio Papini” di Ciconia.

Il torneo avrà il seguente svolgimento:

Limite di età minima: 8 anni compiuti

Gironi da 4 squadre con limiti di età 01/01/2009 – 31/12/2009

Gironi da 4 squadre con limiti di età 01/01/2010 – 31/12/2010

Semifinali e finale.

Sperando nella più ampia partecipazione, si chiede di comunicare entro e non oltre il 30/11/2019 l’adesione compilando il modulo sottostante.

Seguirà poi regolamento e calendario del torneo.

Il responsabile del torneo: Massimo Porcari.

SCHEDAADESIONE36° (1)

post

Ancora un risultato ad occhiali per l’Orvietana

Le due trasferte consecutive terminano entrambe 0-0, ad Assisi mai un rischio, il gioco c’è ma il gol non arriva.

Si ringrazia per il servizio e l’intervista Emanuele Luna

 

Terza partita senza subire reti, ma è là davanti, con i soli 3 gol segnati in 6 partite, che bisogna ancora trovare la quadra. Ad Assisi il gioco non è mancato, in 90 minuti i padroni di casa non hanno mai creato un’occasione pericolosa, mentre l’Orvietana si è resa più volte protagonista con Keita ad inizio gara, quindi con Mortaroli, Colangelo e Cotigni, facendo spesso fare anche bella figura al portiere di casa. Si vede poco invece Danieli.

Fiorucci deve fare a meno sempre di Dida, in settimana sarà di nuovo valutata la situazione del suo infortunio, sceglie la solita difesa che ormai rappresenta la vera certezza di questo inizio di torneo, mette in mediana Marchi e Colangelo accanto a Cotigni e ripropone titolare Keità in attacco, insieme a Mortaroli e Danieli.

La gara inizia subito con l’Orvietana protagonista, Keita sfugge in un paio di occasioni alla difesa dell’Assisi Subasio, costretta anche a fermarlo con le cattive. L’arbitro dovrà mettere mano ai cartellini per i difensori di casa. Anche Colangelo, che già si era messo in mostra nella gara di coppa, riesce a far giungere palloni invitanti in area, ancora Keita si fa trovare pronto, prova la girata e chiama alla parata Catarinelli. L’Assisi non riesce a spingere anche perché la difesa orvietana è impeccabile e consente a Beccaceci di poter passare i primi 45 minuti senza alcun problema.

Nella ripresa l’Assisi vorrebbe scuotersi, ma l’intraprendenza non basta, sempre sterili i tentativi di attacco della squadra di casa, solo Mastrantonio riesce a concludere dalla distanza verso la porta avversaria. L’Orvietana ha dominio territoriale e ci prova prima con Colangelo, che costringe la difesa dell’Assisi Subasio a sbrogliare alla meno peggio la sua pericolosa palla messa in area, quindi con Cotigni, che dalla distanza non centra i pali e per ultimo con la rimessa lunga di Mortaroli che fa giungere palla in area dove ancora una volta Colangelo impegna in una gran parata in corner Catarinelli, alla fine il migliore in campo dei suoi visto che nel finale ha dovuto dire di no anche a Locchi che aveva tirato un insidioso calcio piazzato. Fiorucci inserisce anche Chiumarulo per uno spento Danieli, ma l’Assisi Subasio riesce, stringendo i denti, a portare a casa il pareggio.

Queste le parole del tecnico Fiorucci raccolte a fine gara:

 “Soddisfatto della gara e dell’atteggiamento, abbiamo cercato la vittoria per tutti i novanta minuti, ce la ha negata di fatto solo la bravura del loro portiere. Penso che siamo comunque sulla strada giusta, giocando così i punti e le vittorie arriveranno”.

Si ringrazia per la collaborazione Emanuele Luna.

ASSISI SUBASIO – ORVIETANA 0-0

ASSISI SUBASIO (4-4-2): Catarinelli; Pastorelli, Balla, D’Andria, Rossi (42’ st Lolli); Stirati, Marchetti (20’ st Piccotti), Mastrantonio (12’ st Cirilli), Montanucci; Calabretta, Pendenza. A disp.: Longetti, Brilli, Fioretti, Federici, Fedeli, Bacilieri. All.: Daghio.

ORVIETANA (4-3-3): Beccaceci; Paletta, De Vitis, Annibaldi, Bianco; Cotigni (38’ st Locchi), Marchi, Colangelo; Mortaroli (47’ st M. Perquoti), Danieli (42’ st Chiumarulo), Keita. A disp.: R. Perquoti, Grizzi, Lanzi, Cruciani, Fastella, Sulimani. All.: Fiorucci.

ARBITRO: Cravotta di Città di Castello (Baroni-Nikravan)

NOTE: spettatori 150 circa. Ammoniti Mastrantonio, D’Andria (AS), Cotigni, Annibaldi (O). Angoli 2-8. Recuperi: 0’ pt, 5’ st.

ECCELLENZA CLASSIFICA DOPO 6 giornate: Tiferno 13; Angelana e Narnese 12; Pontevalleceppi 10; Sansepolcro, Spoleto e Trasimeno 9; San Sisto e Castel del Piano 8; Assisi Subasio, Orvietana e Nestor 7; Ducato Spoleto e Lama 5; Gualdo Casacastalda 3; Ellera 2.

PROSSIMO TURNO: Orvietana – Ellera.

post

A Bevagna finisce a reti inviolate, ora sotto con la Coppa

Meglio l’Orvietana nel primo tempo, sale lo Spoleto nella ripresa. Fiorucci “Migliorare l’ultimo passaggio, mercoledì con la Tiferno tutto è possibile”.

 

SPOLETO – ORVIETANA 0-0

SPOLETO: Cosimetti, Labonia, Tommaselli, Kiwobo, Daleno, Scipioni, Gualtieri (1’st Pocholo), Rosati, (26’st De Paolis), Mariano, Lira Ferreira, Priorelli (6’st Veneroso). A Disp.: Allaj Daniel, Coppola, Dumitrascu, Merino, Alket, Rondinelli. All. : Gagliaducci.

ORVIETANA: Beccaceci, Paletta, Bianco, Annibaldi, Cotigni (26’st M. Perquoti), De Vitis, Locchi (44’st Grizzi), Colangelo (13’st Marchi), Danieli, Mortaroli (38’st Chiumarulo), Sulimani (15’st Lanzi). A disp.: R. Perquoti, Cruciani, Keita, Menghinelli. All: Fiorucci.

ARBITRO: Pannacci di Perugia (Costantini di Foligno – Castellani di Foligno).

Finisce senza reti tra Spoleto e Orvietana. Nella settimana che prevede tre impegni in otto giorni, a Bevagna tutto confermato nelle retrovie biancorosse dove, davanti a Beccaceci, operano Paletta e Bianco sugli esterni e la coppia De Vitis e Annibaldi come centrali. Il perdurare dell’infortunio di Dida, porta alla prima da titolare Colangelo in mediana, insieme ai compagni Locchi e Cotigni, mentre in fase avanzata accanto a Danieli ci sono Mortaroli e Sulimani. Davanti uno Spoleto schierato con il 3-5-2, solidissima la difesa con gli esperti Scipioni, Kiwobo e Daleno, più giovane il centrocampo, dove ci sono Labonia e Tomasselli sugli esterni.

Primo tempo meglio l’Orvietana, bravissimo in due occasioni il portiere di casa Cosimetti su Locchi. La compattezza della retroguardia di casa poi ha la meglio su un’Orvietana che per tutta la prima parte di gara prova comunque a imporre i ritmi.

Nel secondo tempo esce fuori anche lo Spoleto, specialmente dopo l’ingresso di Veneroso, i padroni di casa prendono più campo, trovano palle filtranti, che consentono però anche interessanti contropiedi per l’Orvietana, ma di palloni buoni per gli attaccanti di Fiorucci ne arrivano comunque pochi. L’ingresso di Lanzi per Sulimani porta lo schieramento dell’Orvietana al 3-4-3. Invece l’unica palla che giunge dalle parti di Beccaceci, sullo sviluppo di un calcio d’angolo, è dovuta ad una deviazione di Scipioni che scheggia la traversa. Le squadre si allungano, provano a rischiare qualcosa, ma alla fine le reti restano inviolate e il pareggio rappresenta il risultato più giusto.

Per l’Orvietana si tratta della seconda partita consecutiva senza subire reti.

Queste le parole di Silvano Fiorucci nel dopo gara: “E’ un pareggio che ci può stare, ma qualche rammarico lo ho anche oggi, dobbiamo migliorare sull’ultima giocata, riusciamo a entrare spesso negli ultimi metri, ma al momento di servire le punte arrivano più palloni sporchi che puliti. La caratteristica più dura di questo campionato è che in tutte le partite, bisogna sempre andare a 2000 all’ora per 90 minuti, come arriva, per te o per l’avversario, un fisiologico momento di calo rischi di mandare tutto all’aria. Nella ripresa abbiamo sofferto Veneroso, ho cambiato assetto passando a 3 dietro per dare più copertura, inserendo Lanzi: è stato un cambio tattico. Ora penseremo alla coppa, mercoledì affronteremo una squadra che ha almeno 6 nomi di categoria superiore, in più anche i fuoriquota sono di alto livello e riescono ad incidere, partiamo in svantaggio di un gol, sarà quindi difficile ma è una sfida che vogliamo provare a vincere”.

In campionato l’Orvietana è attesa da un’altra trasferta, domenica prossima ad Assisi, ma prima mercoledì ci sarà al Muzi il ritorno della Semifinale di Coppa Italia contro la Tiferno, si gioca alle ore 18:00.

ECCELLENZA Classifica dopo 5 giornate: Tiferno 12; Angelana, Trasimeno, Narnese e Pontevalleceppi 9; Spoleto e Sansepolcro 8; Orvietana, Nestor e Assisi Subasio 6; Lama, Castel del Piano e San Sisto 5; Ducato 4; Gualdo Casacastalda 3; Ellera 2.

Prossimo Turno: Assisi Subasio – Orvietana

post

Prosegue a pieno ritmo l’attività della Scuola Calcio

Grande impegno e divertimento per i bambini ed i ragazzi dai 6 ai 12 anni.

I ragazzi stanno apprendendo dai loro allenatori nuovi input di squadra e di gioco, grazie anche alla collaborazione con il Perugia Calcio. L’Orvietana ha messo a disposizione dei ragazzi tecnici qualificati e responsabili organizzativi in grado di mantenere alto il livello societario e qualitativo delle varie squadre.

 

Della scuola calcio fanno parte:

Piccoli Amici 2013-2014: Simone Muscarà, laureato in scienze motorie e tecnico giovani calciatori.

Primi Calci 2011-2012: Michele Pantarelli, allenatore UEFA B

Pulcini 2010: Marco Annibaldi, laureato in scienze motorie ed Enrico Broccatelli, allenatore UEFA B.

Pulcini 2009: Giancarlo Burla e Francesco Ammendola, allenatori giovani calciatori.

Esordienti 2008: Davide Bartoccini, allenatore UEFA B e Giovanni Lanzi, allenatore giovani calciatori.

Esordienti 2007: Riccardo Pellegrino, allenatore giovani calciatori.

 

Il responsabile organizzativo è invece Benito Pantarelli, allenatore UEFA B ed istruttore di educazione fisica, mentre il responsabile tecnico è Elia Falsaperna, laureato in scienze motorie e allenatore giovane calciatori.

Per rendere più confortevole l’allenamento dei più piccoli, per le categorie Piccoli Amici e Primi Calci, verrà messo a disposizione per il periodo invernale un campo coperto con fondo sintetico dove potranno giocare al riparo dal freddo e dalla pioggia.

 

post

L’intervista a Massimo Porcari di OrvietoSport

Riproponiamo l’intervista che Massimo Porcari ha rilasciato a Luisa Calistri della testata Orvietosport.it

di Luisa Calistri:

Ci incontriamo, come ormai di consuetudine, nella sede dell’Orvietana Calcio, ubicata al lato del manto erboso del Muzi.

Il nostro, da alcuni anni a questa parte, è diventato ormai un appuntamento fisso, in cui fare il bilancio della stagione passata e in cui cominciare a fare il punto della stagione futura. Sui giovani, naturalmente, senza i quali non ci sarebbe alcun futuro.

Per la verità, quest’anno Massimo Porcari – sempre responsabile unico del settore giovanile e della scuola calcio dell’orvietana – l’ha tirata un po’ alle lunghe; c’erano alcune pedine che hanno tardato ad incastrarsi e un perfezionista come lui non potrebbe mai rilasciare interviste finché ogni cosa non è al suo posto.

Tuttavia, appena ci vediamo, alla mia domanda “beh, obiettivi raggiunti?” parte subito a mille.

“I Giovanissimi, con la vittoria dei play off, sono ritornati in A2, dopo aver gareggiato nel campionato provinciale. Voglio subito ringraziare Mister Mauro Bellini per essere riuscito a centrare l’obiettivo a cui la società teneva molto. Gli Allievi hanno disputato un campionato eccezionale, terminando a due punti dal Foligno che quel campionato l’ha vinto. E questo lo dico con gioia, ma anche con un po’di dispiacere. A questo proposito vorrei fare un appunto ai ragazzi, allo scopo di sensibilizzarli su un aspetto importante: quando si gioca in questo tipo di campionati, andrebbero riprogrammate le priorità personali, quali le gite scolastiche. Nella partita di San Sisto, dove mancavano alcune pedine importanti, abbiamo perso il campionato. Questo è l’unico dispiacere che ho avuto, proprio perché sono un gruppo eccezionale, sotto la guida di un tecnico valido qual è Enrico Broccatelli. Non mi aspettavo un esordio in A1 di questa portata, come primo anno l’obiettivo era il mantenimento della categoria e invece siamo andati al di là delle più rosee aspettative. Dalla Juniores, che è stata battuta solo in finale play off, mi aspettavo qualcosa in più, ma l’inizio del campionato ci ha penalizzato. Siamo partiti male; subito dopo la squadra ha cominciato a girare bene, macinando punti su punti, ma, per il livello complessivo del campionato disputato, si poteva fare meglio. Nonostante questo, l’obiettivo del raggiungimento dei play off è stato centrato ed è un obiettivo importante in vista di un eventuale ripescaggio.”

Lo scorso anno, nel fare il preventivo della stagione futura, che avevo chiamato Orvietana 2.0, ci eravamo lasciati con Massimo Porcari che faceva un passo indietro, assegnando deleghe e compiti a due personalità individuate e scelte da lui stesso: Riccardo Pellegrino e Roberto Bellini. Sei ancora soddisfatto di questa scelta o, potendo, torneresti indietro per cambiare qualcosa?

“Sono più che soddisfatto. Nella scuola calcio, siamo cresciuti tantissimo, sia a livello organizzativo che tecnico e si è potuto vedere un netto miglioramento dei ragazzini, anche grazie a scelte fatte sugli allenatori. E qui voglio spendere qualche parola per Roberto Bellini, che da quest’anno non è più con noi, ma che devo ringraziare per l’eccellente lavoro svolto in questi tre anni, persona squisita dal punto di vista professionale e umano, oltre che un amico. Riccardo Pellegrino è stato un po’ una mia scommessa, perché lui ha un carattere un po’ particolare e si è venuto a scontrare con un altro carattere un po’ particolare, che è il mio. In lui ho visto delle caratteristiche molto positive, sotto il profilo organizzativo e soprattutto riguardo la sua capacità di scovare i ragazzi adatti ai campionati che le varie squadre agonistiche disputano. Erano almeno quindici anni che all’Orvietana mancava una figura così. All’inizio peccava un po’ di presunzione e non mi ascoltava, poi ha capito in che modo doveva calarsi nella realtà di questa società. Io gli ho insegnato a sentirsi parte di un insieme e a non ergersi a battitore libero. Il resto ce lo ha messo da solo ed è cresciuto molto da un punto di vista tecnico e organizzativo.”

Dopo aver esaurito il discorso consuntivo, possiamo passare al preventivo.

“La Juniores è in attesa di notizie sul ripescaggio. In A1 a tutt’oggi ci sono solo 15 squadre, contro le 16 previste dal campionato, perché il Foligno, con la prima squadra in serie D, andrà a disputare il campionato nazionale. Noi abbiamo fatto domanda per il ripescaggio, ma avremo notizie certe solo tra la fine di luglio e i primi di agosto. Io ci spero. Sarebbe importantissimo essere in A1 sia con gli Allievi che con la Juniores. Comunque, a questo punto l’organigramma societario è completo per ripartire con la stagione 2019/2020.”

Sarà il caso di cominciare a fare qualche nome, allora.

“L’allenatore della Juniores sarà Marco Feriozzi, scelto tra una rosa di due o tre nomi. E’ un allenatore che mi è stato indicato da una persona che gode della mia massima fiducia, che ha fatto sempre categorie giovanili, è una persona molto seria. Speriamo che la società abbia individuato la persona giusta. Negli Allievi, è rimasto Enrico Broccatelli, dopo una riflessione che abbiamo fatto io e Pellegrino, perché è la categoria in cui Enrico sa valorizzare i giovani e in questa categoria dà il massimo. New entry – ma poi neanche tanto “new” [ndr] – nei Giovanissimi, per i quali abbiamo affidato la squadra a Andrea Valterio, che ha fatto alcuni anni alla Valdichiana con ottimi risultati ed era questo il momento giusto per farlo tornare. C’è un bel progetto per lui, che potrà contare su due anni in cui la stessa squadra disputerà la stessa categoria. I 2006 quest’anno giocheranno nel campionato sperimentale e qui c’è una novità: abbiamo fatto un accordo preliminare con il Castiglione in Teverina. I ragazzi si alleneranno a Orvieto ma il campionato sarà disputato sul loro campo e saranno guidati da Stefano Silvi. Una delle figure nuove di quest’anno è Elia Falsaperna, nominato responsabile della scuola calcio al posto di Roberto Bellini. Elia, già noto alla società per aver fatto il preparatore atletico di Fatone, ha tutte le carte in regola per espletare al meglio il ruolo che gli è stato affidato. Altro ingresso è Benito Pantarelli, che è una figura nuova e sarà il responsabile organizzativo dell’agonistica e della scuola calcio. Sarà il fulcro societario e metterà a punto tutte le questioni organizzative delle varie squadre. E’ una figura che io ho voluto, perché è molto capace e perché, alzando l’asticella della qualità del settore giovanile, non si può fare a meno di un ruolo come il suo. Vasco Di Domenico si occuperà di formare i giovani portieri dagli Allievi in giù, mentre la Juniores farà capo alla prima squadra. Infine, un nuovo ingresso in segreteria nella persona di Gaetano Politella.”

Quindi il “Progetto Giovani” va avanti a gonfie vele. E’ lecito aspettarsi qualche nuovo ingresso in prima squadra?

“Sui giovani negli anni abbiamo alzato l’asticella ed è da tempo che io e il Presidente siamo concordi nel ritenere che siano i nostri che debbano giocare in prima squadra. Anche quest’anno, fra i 2001 e i 2002, ci sono sei o sette già convocati per il raduno. Loro però devono metterci tutto il loro impegno ed essere sempre presenti, perché ad oggi l’Orvietana con i propri under è in grado di coprire qualunque ruolo. Per contro, anche l’allenatore della prima squadra deve avere coraggio, perché i giocatori non sempre si trovano fatti. Abbiamo preso solo un portiere sotto quota perché in quel ruolo c’era carenza, ma, tranne questa eccezione, saranno utilizzati i nostri ragazzi, come è stato fatto nei quattro anni di Promozione e negli ultimi due di Eccellenza. Gli investimenti della società sul settore giovanile sono importanti e non possono essere vanificati con giovani presi da fuori.”

A poche settimane dalla ripresa dei lavori, insomma, l’Orvietana sta lavorando a pieno regime affinché tutto sia impeccabile per i ragazzi che vestiranno la maglia biancorossa e…ci si perdoni – a me e a Massimo Porcari – la libertà che ci siamo presi nel chiamare le diverse categorie ancora con i loro vecchi nomi Giovanissimi, Allievi e Juniores, anziché Under 15, Under 17 e Under 19, con un attaccamento quasi affettivo al passato.

post

XXXV Torneo di Natale: ecco il calendario

Si comincia sabato 22 dicembre, finale il 4 gennaio.

 

Questa la composizione dei gironi e il calendario degli incontri della 35° edizione del Torneo di Natale categoria Pulcini 2008:

 

GIRONE A: Campitello, Romeo Menti, Castiglione in Teverina

GIRONE B: Perugia, Pianoscarano, GMT2005

GIRONE C: Orvietana A, Barco Murialdina, Chiusi

GIRONE D: Castiglion del Lago, Orvietana B, T.C. Fogliano 2000, V. Chianciano

 

FASE ELIMINATORIA

SABATO 22/12/2018

Ore 15:30 girone D: C. del Lago – Orvietana B

Ore 16.30 girone B: Perugia – Gmt2005

Ore 17.30 girone A: R. Menti – C. in Teverina

Ore 18.30 girone D: T.C. Fogliano – V. Chianciano

 

DOMENICA 23/12/2018

Ore 15.00 girone A: Campitello – R. Menti

Ore 16.00 girone B: Gmt2005 – Pianoscarano

Ore 17.00 girone C: Orvietana A – Chiusi

Ore 18.00 girone D: Orvietana B – T.C. Fogliano 2000

 

GIOVEDI 27/12/2018

Ore 16.00 girone A: Orvietana A – B. Murialdina

Ore 17.00 girone B: Pianoscarano – Perugia

 

VENERDI 28/12/2018

Ore 16.00 girone D: C. del Lago – V. Chianciano

Ore 17.00 B. Murialdina – Chiusi

 

MERCOLEDI 02/01/2019

Ore 15.30 girone D: Orvietana B – V. Chianciano

Ore 16.30 girone D: C. del Lago – T.C. Fogliano 2000

Ore 17.30 girone A: Campitello – C. in Teverina

 

SEMIFINALI

GIOVEDI 03/01/2019

Ore 16.00: 1° classificata girone A – 1° classificata girone D

Ore 17.00: 1° classificata girone B – 1° classificata girone C

 

FINALE

VENERDI 04/01/2019

Ore 17.00: Finale 1° – 2° Posto

Ore 18.00: Cerimonia di Premiazione del Torneo di Natale

post

Tutte le gare del Weekend

Dalla prima squadra ai giovanissimi

ECCELLENZA REGIONALE:
12° GIORNATA: Castel del Piano – Orvietana

JUNIORES REGIONALE UNDER 19 A2/B
12° GIORNATA: Clitunno – Orvietana

ALLIEVI REGIONALI UNDER 17 A1:
9° GIORNATA: Nestor – Orvietana

ALLIEVI SPERIMENTALI FUORI CLASSIFICA:
7° GIORNATA: Orvietana – Angelana

GIOVANISSIMI PROVINCIALI UNDER 15:
7° GIORNATA: Bea Sport – Orvietana.

post

Lama – Orvietana si recupererà mercoledì 21 novembre

E’ stato decisa la data del recupero della gara che è stata sospesa e rimandata per maltempo.

Lama – Orvietana si recupererà mercoledì 21 novembre a Lama (orario da comunicato 14.45, ma le società potrebbero accordarsi per cambiamento di orario). Al momento della sospensione, nei primi minuti del secondo tempo. l’Orvietana stava vincendo 1-0, ma ovviamente si ripartirà dall’inizio e dallo 0-0.