post

L’intervista della settimana: Francesco Simoncini

L’esterno classe 2002 è alla sua prima esperienza in prima squadra.

Francesco Simoncini, giovane esterno difensivo classe 2002, tornato ad Orvieto, dopo l’esperienza nella Valdichiana Umbra, non solo ha trovato subito spazio nella formazione Juniores Under 19 guidata da Riccardo Fatone, ma ha già collezionato anche 10 presenze in prima squadra.

Un ritorno a Orvieto ricco di soddisfazioni, te lo aspettavi di essere subito protagonista?

“Non mi aspettavo un così veloce passaggio in prima squadra, fin da agosto ho iniziato la preparazione, l’impegno non mi è mai mancato. Ho collezionato le prime presenze con la Juniores poi, anche per qualche infortunio tra chi già giocava in Eccellenza, sono riuscito ad esordire in prima squadra a metà novembre, ad oggi ho collezionato 10 presenze”.

Un ricordo del tuo esordio in prima squadra, in occasione della gara Orvietana – Gualdo, una vittoria in rimonta e subito ti sei fatto notare.

“Ricordo tanta emozione, era la prima volta che dovevo affrontare avversari anche più grandi di me e sicuramente più esperti, avevo la consapevolezza che dovevo dare il massimo, più di quanto facevo quando giocavo con i miei pari età. Per fortuna i compagni di reparto mi hanno aiutato, ma non solo i difensori, anche gli attaccanti che spesso tornano a darci una mano. Insomma emozione, sensazioni nuove, ma non certo paura”.

Ed infatti le tue prestazioni sono caratterizzate da grinta e nessuna paura nei contrasti, il carattere non sembra proprio mancarti.

“Non mi è mai mancato, anzi contro giocatori più forti ho cercato di tirare fuori ancora più grinta, come dicevo l’impegno non mi è mai mancato anche quando gioco nelle giovanili, ma magari in quei casi ho meno bisogno di essere grintoso. In prima squadra poi devo essere mentalmente più concentrato, anticipare i movimenti e questo mi porta ad essere più deciso”.

Domenica è arrivata una sconfitta inattesa, dopo un primo tempo dove invece sembrava che tutto potesse filare liscio, si è riusciti già a voltare pagina nello spogliatoio o qualche “tossina” è rimasta?

“C’è rammarico, ma bisogna guardare avanti. I punti persi non si recuperano più, quelli in ancora in palio possiamo invece ancora prenderli. Nello spogliatoio abbiamo già voltato pagina”.

Ora arriva un ciclo di partite tutte contro avversarie avanti in classifica: il Sansepolcro quarto, poi il Tiferno primo e quindi la Narnese seconda… pensi che sarà decisivo?

“Ormai sono tutte sfide decisive, all’andata abbiamo fatto 4 punti in questo trittico di partite, io non giocai nessuna di queste, ma ero in panchina e le ho viste tutte. Secondo me la squadra più forte è il Sansepolcro, mi impressionò perché sono molto veloci e dovremo tutti stare molto attenti”.

Intanto è arrivata anche la prima convocazione in rappresentativa…

“Mi sono trovato benissimo, anche se ero uno dei più giovani, in passato avevo dovuto saltare la chiamata quando giocavo negli Allievi per un infortunio, stavolta sono riuscito a partecipare. A Prepo ho incontrato anche molti avversari, soprattutto però di un anno più grandi di me, che mi sono già trovato di fronte in Eccellenza. Non so se potrò partecipare al Torneo delle Regioni, ma perché non sperarci!”.

post

L’Orvietana tira il freno a mano: sconfitta che costa cara ad Ellera

Primo tempo con 4 occasioni ghiotte sprecate, poi una disattenzione in avvio ripresa manda in confusione i biancorossi che non riescono a recuperare.

La classica partita trappola contro l’ultima in classifica, che prima di ora aveva vinto una sola partita su 21 disputate, frena l’Orvietana che si ritrova nella mischia della classifica al limite della zona playoff. E pensare che Fiorucci aveva di fatto potuto schierare l’undici tipo e che per tutto il primo tempo si è assistito ad una sorta di monologo biancorosso. La formazione iniziale è quella di una settimana fa, partono dunque gli stessi protagonisti che erano titolari contro l’Assisi. L’Orvietana tiene alta la squadra e dopo 20 minuti sfiora il gol: Danieli si ritrova sull’out di sinistra, conquista palla e crossa al centro dove Colangelo non ha avversari tra sé e il portiere. Il centrocampista colpisce di testa scegliendo una traiettoria angolata sul primo palo, lo scatto di Garbinesi è tempestivo per sventare un gol che sembrava fatto. Pochi minuti e il portiere di casa compie la seconda parata decisiva, stavolta è Paletta a crossare, Keita allunga per Danieli che da posizione centrale colpisce di testa, ma è ancora solo calcio d’angolo.

L’Orvietana sembra avere vita facile, pochi giri di orologio e Danieli viene servito in area da Bertino, ma il suo diagonale finisce di un soffio a lato. Sembra un assedio: passano solo due minuti e stavolta è Keita a fare il fenomeno, scatta via in corsa e supera in slalom tre avversari, ma ancora una volta a fare il figurone è il portiere che esce alla disperata e devia in angolo con il petto il tiro del numero 11 biancorosso.

Si va al riposo con la consapevolezza che è solo questione di tempo, la gara è del tutto in mano all’Orvietana che è mancata però di cinismo e cattiveria agonistica sottoporta. Ma al rientro dagli spogliatoi bastano una manciata di secondi per smentire tutto. L’Ellera rientra in campo con Finetti al posto di Venturi e il giovane classe 2002, dopo nemmeno un minuto, ripaga la scelta del tecnico. L’Orvietana perde due contrasti a centrocampo, Kiwobo esce palla al piede e avanza indisturbato, serve Finetti sulla sinistra, dimenticato da tutta la difesa biancorossa e il neo entrato, dopo una prima conclusione rimpallata, trova la traiettoria vincente che supera Beccaceci. Un gol che sembra una beffa al primo tiro in porta degli avversari, ma che manda in confusione l’Orvietana. Tutto diventa più complicato, Fiorucci passa al 3-5-2 inserendo Chiumarulo e Lanzi, per Colangelo e Keita. Ma il gioco non è più lineare come nel primo tempo e ora le ripartenze dell’Ellera rischiano di completare la beffa. Ancora una volta Kiwobo riesce in un coast to coast che spezza in due l’Orvietana, ma che non dà esito. Per quasi mezz’ora non si vedono più azioni pericolose, anzi è l’Ellera a sfiorare il raddoppio quando una girata di Ayina finisce sul palo a Beccaceci battuto.

Nel finale l’Orvietana sfiora però il pareggio: una punizione di Bertino supera la barriera e ci vuole un altro grande scatto di Garbinesi ad evitare il gol: per la terza volta il portiere di casa salva il risultato, con qualche giocatore biancorosso che chiede il gol per una possibile parata oltre la linea. Finisce con l’Orvietana avanti, ma senza più tiri in porta. La sconfitta viene pagata cara in termini di classifica: il Sansepolcro sorpassa, per gli scontri diretti con la pari classifica Nestor, al momento l’Orvietana sarebbe fuori dai playoff, inoltre Pontevalleceppi e Tiferno salgono a -2 insieme al Lama.

Queste le parole del tecnico Silvano Fiorucci al termine della gara:

“Nel calcio vince chi segna, noi abbiamo tirato in porta tante volte ma se non la mettiamo dentro alla fine non possiamo lamentarci se perdiamo. Il primo tempo poteva finire tre o quattro a zero, poi con una disattenzione clamorosa gli abbiamo regalato il gol. Ci è mancata cattiveria, questo campionato continua a regalare sorprese ogni domenica, oggi per noi è stata una brutta botta perché le premesse, soprattutto dopo quel primo tempo, erano altre. Guardiamo avanti e cercheremo di imparare la lezione”.

ELLERA-ORVIETANA 1-0

ELLERA (4-3-1-2): Garbinesi; Ramilli, Kiwobo, Mattia, Pilonetto; Venturi (1’st Finetti), Giorgini, Mariani; Pettinelli; Ayina (39’st Sammartino), Acatullo. A disp.: Rosignoli, Lentini, Guazzaroni, Magionami, Pero Nullo, Polidori, Fiorindi. All.: Fraschetti.

ORVIETANA (4-3-1-2): Beccaceci; Paletta (47’st Locchi), De Vitis, Annibaldi, Simoncini (47’st Sulimani); Bernardini (10’st Cotigni), Dida, Colangelo (19’st Chiumarulo); Bertino; Keita (19’st Lanzi), Danieli. A disp.: Kikkri,  Bianco, Idromela, Perquoti. All.: Fiorucci.

ARBITRO: Nika di Terni (Malacchi e Nikravan).

MARCATORE: 1’st Finetti.
NOTE: Ammoniti: Bernardini, Simoncini, Paletta e Annibaldi(O); Mariani e Mattia (E). Angoli: 4-5. Recupero: 1’pt, 5’st.

CLASSIFICA: Tiferno 41; Narnese e Spoleto 38; V.A. Sansepolcro 35; Nestor e Orvietana 34; Lama, Pontevalleceppi e Trasimeno 32; San Sisto 28; Ducato 27; Angelana e Castel del Piano 26; Assisi Subasio 25; Gualdo Casacastalda 14; Ellera 11.

PROSSIMO TURNO: Orvietana – V. A. Sansepolcro.

post

Giovanili: vittorie da alta classifica per U19 e U15

Sconfitta di misura l’U17, rinviata la partita dell’U14.

Torna alla vittoria la formazione Juniores nell’impegnativa gara contro la Narnese terza in classifica (nella foto un’azione della gara). Gara emozionante con 5 gol e 2 espulsioni. Il vantaggio orvietano a firma Fattorini, viene ribaltato dalla Narnese, ma un’ulteriore rimonta, grazie alle reti di Marsili su rigore e Lanzi, porta i tre punti ai biancorossi di Fatone. La Narnese chiude in 9 per due cartellini rossi. Il distacco dalla capolista Sansepolcro resta di 4 punti, sabato prossimo impegno a Terni contro l’Olympia Thyrus.

Continua a giocare bene, ma a non fare punti l’U17. A Sansepolcro l’impresa era ardua, ma la gara è stata decisa da un solo gol subito in avvio di gara. Il calendario di questa domenica non era favorevole ai biancorossi che sono stati superati in classifica dalla Narnese, che sembra ormai l’avversario su cui fare la corsa per la salvezza. Domenica prossima i ragazzi allenati da Enrico Broccatelli ospiteranno a Orvieto la Valdichiana Umbra, ultima in classifica.

Tre punti pesantissimi quelli ottenuti dall’Under 15 che affrontava la Nestor. Uno scontro diretto con un’avversaria più avanti in classifica. La rete di Moracci ha consentito alla formazione guidata da Valterio di accorciare, non solo sui marscianesi, ma anche sulla Julia Spello, il terzo posto non è più così lontano. La settimana prossima è in programma la trasferta sul campo del PSG Bosico, ultimo in classifica.

E’ stata invece rinviata la gara dell’Under 14.

Ecco nei dettagli risultati, classifiche e prossimi turni:

Under 19 A1, 22° giornata: ORVIETANA – NARNESE 3-2. Marcatori per l’Orvietana: Fattorini, Marsili (rig.), Lanzi. Classifica: V. A. Sansepolcro 55 Orvietana 51; Narnese 37; Campitello, Fontanelle e Nestor 35; Petrignano 33; Ol. Thyrus S. Valentino 32; Ducato Spoleto 30; Pontevecchio 28; Angelana e San Sisto 24; Baldaccio Bruni 23; Gualdo Casacastalda 21; Castel del Piano 17; Casa del Diavolo 13. Prossimo turno: Olympia Thyrus San Valentino – Orvietana.

Under 17 A1, 20° giornata: VIVI ALTOTEVERE SANSEPOLCRO – ORVIETANA 1-0. Classifica: Campitello 46; Angelana e Foligno 43; Cannara 42; San Sisto 41; V.A. Sansepolcro 38; Bastia 34; Terni Est e Sf Cast. del Lago 25; Castel del Piano  21; Narnese 18; Orvietana 16; Atletico Gubbio 8; Valdichiana Umbra 0. Prossimo turno: Orvietana – Valdichiana Umbra.

Under 15 A2 gir. B, 20° giornata: ORVIETANA – NESTOR 1-0. Marcatori per l’Orvietana: Moracci. Classifica: Vigor Nuova Gualdo Bastardo 47; Accademia Calcio Terni 44; Julia Spello 39; Nestor 38; Orvietana 35; Bastia 34; Olympia Thyrus San Valentino 33; Olimpia Collepepe Pantalla 32; Petrignano 30; Amerina 26; Fulginium e Giovanili Todi 15; PSG Bosico e Giov. Deruta San Nicolò 4. Prossimo turno: PGS E. Bosico – Orvietana.

Under 14 gir. C, 15° giornata: ORVIETANA – SANGEMINI SPORT rinviata. Prossimo turno: Olimpia Collepepe Pantalla – Orvietana.

post

Il programma del fine settimana

Prima squadra ad Ellera, in casa U19, U15 e U14.

Trasferta sul campo dell’ultima in classifica per i biancorossi in Eccellenza che proveranno a difendere, e magari anche a migliorare, il 4° posto di una classifica molto affollata in vetta.

Juniores in casa contro la Narnese, match importante per rimanere in scia della capolista. Va a Sansepolcro invece l’Under 17 a cercare, in una gara difficile, punti pesanti per la salvezza. Giocano in casa entrambe le formazioni dei Giovanissimi, gli Under 15 contro la Nestor, gli Under 14 contro il Sangemini.

 

Eccellenza, 22° giornata, domenica 16 febbraio ore 14.30: Ellera – Orvietana

Under 19 A1, 22° giornata, sabato 15 febbraio ore 14.45: Orvietana – Narnese.

Under 17 A1, 20° giornata, domenica 16 febbraio ore 10.30: V.A. Sansepolcro – Orvietana.

Under 15 A2 gir. B, 20° giornata, domenica 16 febbraio ore 10.45: Orvietana – Nestor.

Under 14 gir. C, 15° giornata, sabato ore 16.00 a Castiglione in Teverina: Orvietana – Sangemini Sport.

post

L’intervista della settimana: Jacopo Colangelo

Il centrocampista racconta la sua esperienza in biancorosso e si dichiara pronto allo sprint finale.

Arrivato a campionato appena iniziato, Jacopo Colangelo ha trovato spazio nell’affollato centrocampo dell’Orvietana, dove la concorrenza è tanta. Ora è il momento decisivo del campionato, pronto allo sprint finale?

“Siamo tutti pronti anche perché ci presentiamo a questo sprint finale in buona posizione. A centrocampo c’è sana competizione, posso dire, senza voler sembrare immodesto, che il nostro è uno dei reparti migliori del campionato ed è un privilegio farne parte. Ovvio che si fa presto a giudicare il miglior attacco e la miglior difesa, perché tutti possono leggere i numeri dei gol fatti e subiti, mentre non ci sta un parametro che possa certificare il valore di un centrocampo, ma vedendo i giocatori che ho attorno posso garantirvi che è proprio stimolante giocare qui”.

Esperienze nei vari campionati umbri, anche un anno nel Lazio e poi quell’avventura in Inghilterra, raccontaci un po’ tutte le tappe che ti hanno formato

“Ho iniziato nel settore giovanile della Ternana, dove mi sono trovato benissimo, a 17 anni ho avuto la mia prima esperienza in Eccellenza con Cavalli al GM10, quindi dopo la breve parentesi di Massa Martana, sono stato protagonista del reality show in Inghilterra che ho anche vinto con la maglia del Leyton Orient. Purtroppo le cose non si sono evolute come si sperava, ma quei mesi di calcio in Inghilterra, sotto i riflettori della TV, sono stati un’esperienza incredibile per me. Quindi ho giocato nel Lazio, insieme a Peppe Danieli e infine lo scorso anno a Spoleto, ma l’Eccellenza della passata stagione non era così competitiva come questa”.

E qui ad Orvieto che tassello stai mettendo alla tua carriera?

“Grazie a Fiorucci e Ciccone sono riuscito a migliorare tanto nella visione di gioco, ero un calciatore che guardava solo avanti, ora invece mi sono aperto ad una visione di gioco più ampia, cosa che molti in passato mi provavano a insegnare, ma mai come quest’anno sono riuscito a mettere in pratica. Io posso giocare esterno di centrocampo, sia a destra che a sinistra, anche se il mio ruolo preferito sarebbe il trequartista”.

Gli ultimi risultati hanno portato la squadra al 4° posto non distante dalla vetta, all’interno dello spogliatoio cosa si dice? Gli occhi dove sono puntati?

“Vogliamo restare tra le prime cinque, per cui dobbiamo fare attenzione alle squadre immediatamente dietro a noi che sono forti e vicine, ma inevitabile che ci viene voglia di guardare anche davanti. Sarà una bella lotta ogni domenica, ma siamo tutti uniti nel remare dalla stessa parte per rimanere nei playoff”.

Ora arriva la classica partita trappola: contro l’ultima in classifica, che a giudicare dai soli 8 punti in 21 partite sembrerebbe una formalità, mentre a leggere in nomi in rosa dell’Ellera ci si stupisce per il loro rendimento.

“Hanno una rosa che non riesce a spiegare i pochi punti in classifica che hanno ottenuto, credo che per loro sarà una sorta di ultima spiaggia e ci attende una gara difficilissima, una battaglia dove non conterà solo la tecnica, ma siamo pronti, sappiamo che ci attendono 9 partite dure, ma stimolanti”.

post

Vittoria con vista vetta: Orvietana a -4 dal primo posto

Gara dura contro l’Assisi Subasio, che cercava punti salvezza. In gol Keità e Bertino.

Erano punti pesantissimi quelli messi in palio al Muzi: all’Orvietana servivano per farsi largo nell’affollatissima zona alta della classifica, all’Assisi Subasio per evitare le sabbie mobili della zona playout. Ne è venuta fuori una partita dura, a tratti anche poco entusiasmante, spesso spezzettata a centrocampo. Alla fine i ragazzi guidati dal Fiorucci sono riusciti a cogliere il bottino pieno che vale il 4° posto in classifica a pari merito con la Nestor a meno 4 dalla Tiferno capolista.

Fiorucci recupera Dida a centrocampo, sposta Bertino più in avanti, Grilli osa con Mastrantonio e Bura dietro a Signate. La gara fatica a decollare, i portieri restano inoperosi fino alla mezz’ora quando un lancio di Bernardini trova impreparata la retroguardia ospite. Danieli entra in area, ma la sua conclusione è ribattuta, ci pensa allora Keita a portare in vantaggio l’Orvietana avventandosi sulla palla e ribadendola in rete. Nel successivo quarto d’ora prima dell’intervallo la gara torna senza emozioni e si va al riposto sul risultato di 1-0.

Anche la ripresa inizia a ritmi bassi, l’Assisi Subasio prova a inserirsi sulle fasce, ma tutti i tentativi ospiti si spengono sulla trequarti. Bisogna attendere oltre 25 minuti per assistere alle azioni pericolose. A seguito di una ripartenza, Montanucci riceve palla ed entra in area, finisce a terra e si becca il giallo per simulazione, poco dopo ancora Assisi che protesta: ma l’intervento di Bianco è col petto per l’arbitro che lascia proseguire. Sul ribaltamento dell’azione arriva il raddoppio, Dida riceve palla si presenta davanti al portiere e preferisce servire l’accorrente Bertino che si ritrova una palla facile facile da mettere in rete. Sembra finita ma non è così, perché l’acrobazia in mezza girata di Bura, che trova una palla vagante in area, dà al pallone una traiettoria imparabile per Beccaceci, così a dieci più recupero dal termine, la gara si riapre.

Ma l’Orvietana riuscirà a tenere a bada gli avversari, che più con orgoglio e coraggio che altro, provano a spingere ma invano. Su una ripartenza l’Orvietana avrebbe anche l’occasione di chiudere i conti con Cotigni, messo giù forse con le cattive in area, ma anche in questo caso l’arbitro ha preferito sorvolare.

Con questa vittoria l’Orvietana rafforza la zona playoff e comincia anche a intravedere, a quattro punti, il primo posto della classifica. Orvietana che domenica è attesa sul campo del fanalino di coda Ellera.

Queste le parole del presidente Roberto Biagioli nel dopo gara:

“Ogni partita è complicata, a volte più con le squadre che lottano nei bassifondi che contro le prime della classe. Ma oggi in pratica l’unico tiro in porta che abbiamo subito è stata quella prodezza che è valsa il loro gol e che ha strappato applausi anche a me. Per il resto è stata una vittoria meritatissima, tra le meno sofferte. Sento che qualcuno protesta con gli arbitri, ma se manca un rigore in questa partita, manca quello su Cotigni nel finale. Continuate a chiedermi l’obiettivo? Continuo a ripetere la stessa risposta: sono i 38 punti, ovvero 1 in più dell’anno scorso. Ottenuti quelli, aggiorneremo l’obiettivo. Ovvio però che guardiamo avanti, non indietro”.

ORVIETANA – ASSISI SUBASIO 2-1

ORVIETANA (4-3-3): Beccaceci; Paletta, De Vitis, Annibaldi, Simoncini (22’st Bianco); Bernardini, Dida (41’st Locchi), Colangelo (18’st Chiumarulo); Keita, Danieli (45’st Idromela), Bertino (32’st Cotigni). A disp.: Kikrri, Lanzi, Matuzalem, Perquoti. All.: Fiorucci.

ASSISI SUBASIO (4-3-2-1): Catarinelli; Pastorelli, Prete, Francioni, Rossi (48’st Schirone); Marchetti (10’st Cirilli), Sardella, Montanucci (37’st Fedeli); Mastrantonio (24’st Mariano), Bura; Signate. A disp.: Longetti, Fioretti, Rossi Alunno, Capitini, Alunno. All.: Grilli.

ARBITRO: Pannacci di Perugia (Suriani di Perugia – D’Andola di Perugia).

MARCATORI: 30’ pt Keita (O), 27’st Bertino (O), 33’st Bura (A).

NOTE: spettatori 250 circa; angoli: 2-2; recupero: pt: 1’; st: 6’; ammoniti: Chiumarulo (O), Montanucci (A) e il tecnico dell’Assisi S. Grilli per proteste.

CLASSIFICA: Tiferno 38; Narnese e Spoleto 37; Nestor e Orvietana 34; Lama e Sansepolcro 32; Pontevalleceppi 31; Trasimeno 29; Ducato Spoleto 27; Angelana e Castel del Piano 26; San Sisto 25; Assisi Subasio 24; Gualdo Casacastalda 11; Ellera 8.

PROSSIMO TURNO: Ellera – Orvietana.

post

Solo 2 pareggi per le formazioni giovanili

Weekend avaro di soddisfazioni, frenano tutte le squadre.

Arrivano appena due punti nelle 4 partite del settore agonistico giovanile biancorosso. Il rigore che a pochi minuti dal termine fa saltare la vittoria alla Juniores costa due lunghezze da cedere al Sansepolcro, in un campionato che resta ancora apertissimo. Marsili aveva portato avanti l’Orvietana a Campitello, i padroni di casa trovano il pari nel finale. Prossimo turno in casa contro la Narnese terza in classifica.

Gli Allievi vengono sconfitti in casa dall’Angelana, ora seconda in classifica, e si ritrovano con un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione. Il gol di Pepe non basta per recuperare il doppio vantaggio degli ospiti. Domenica prossima duro impegno a Sansepolcro contro la squadra che in questa giornata è andata a vincere sul campo della capolista.

Tornano senza punti e senza gol dalla trasferta di Terni anche i Giovanissimi Under 15 che ora vedono un po’ allontanarsi le zone importanti della classifica, obiettivo rifarsi subito la prossima settimana quando a Orvieto arriverà la Nestor.

Solo un pareggio per l’Under 14, sul campo della Real Ducato Spoleto, Baiocco il marcatore della rete che vale comunque un punto per rimanere nella serrata lotta per la prima posizione. La settimana prossima sarà in programma la gara interna contro il Sangemini.

Ecco nei dettagli risultati, classifiche e prossimi turni:

 

Under 19 A1, 21° giornata: CAMPITELLO – ORVIETANA 1-1

Marcatori per l’Orvietana: Marsili.

Classifica: V. A. Sansepolcro 52; Orvietana 48; Narnese 37; Campitello 34; Fontanelle, Ol. Thyrus S. Valentino, Nestor e Petrignano 32; Ducato Spoleto 29; Pontevecchio 25; Angelana 24; San Sisto 23; Baldaccio Bruni 22; Gualdo Casacastalda 20; Castel del Piano 17; Casa del Diavolo 13.

Prossimo turno: Orvietana – Narnese.

Under 17 A1, 19° giornata: ORVIETANA – ANGELANA 1-2

Marcatori per l’Orvietana: Pepe.

Classifica: Campitello 46; Angelana 42; San Sisto 41; Foligno 40; Cannara 39; V.A. Sansepolcro* 35; Bastia 31; Terni Est e Sf Cast. del Lago* 22; Castel del Piano  20; Orvietana 16; Narnese 15; Atletico Gubbio 8; Valdichiana Umbra 0.

*una partita in meno.

Prossimo turno: V.A. Sansepolcro – Orvietana.

Under 15 A2 gir. B, 19° giornata: ACCADEMIA CALCIO TERNI – ORVIETANA 1-0

Classifica: Vigor Nuova Gualdo Bastardo 47; Accademia Calcio Terni 43; Nestor e Julia Spello 38; Bastia 33; Orvietana 32; Olympia Thyrus San Valentino e Petrignano 30; Olimpia Collepepe Pantalla 29; Amerina 23; Fulginium 15; Giovanili Todi 14; PSG Bosico 4; Giov. Deruta San Nicolò 1.

Prossimo turno: Orvietana – Nestor.

Under 14 gir. C, 14° giornata: REAL DUCATO SPOLETO – ORVIETANA 1-1

Marcatori per l’Orvietana: Baiocco.

Classifica: Orvietana 32; Ternana* e Polisportiva Ternana 31; Amerina* 28; Orvieto Fc 23; Ducato Spoleto 22; Giovanili Todi */** 18; Nestor, Olympia Thyrus S. Valentino* e Narnese* 17; Real Ducato Spoleto 13; Olimpia Collepepe Pantalla 11; Sangemini Sport* 9; Campomaggio Collescipoli** 0.

*una partita in meno. **1 punto di penalizzazione.

Prossimo turno: Orvietana – Sangemini Sport.

post

Progetto Giovani: Orvietana 4° in Eccellenza, per ora la migliore tra quelle in zona playoff

Chi schiera più giovani in Eccellenza? La speciale classifica che assegnerà anche premi a fine anno (purché la squadra non retroceda) vede nettamente al comando proprio due squadre in lotta in fondo alla classifica: Assisi Subasio (quartultima in campionato) e Gualdo Casacastalda (penultima).

Al terzo posto il Lama, attualmente 7° in campionato, quindi al quarto posto un quartetto: Ducato, San Sisto, Ellera e Orvietana.


Insomma dopo 20 giornate, le 4 squadre che precedono in classifica in campionato l’Orvietana (Narnese, Spoleto, Tiferno e Nestor e anche il Sansepolcro che ha gli stessi punti), sono dietro nella classifica dei giovani in campo (va ricordato che lo Spoleto è escluso a causa della mancata partecipazione alla prima giornata del torneo Juniores). Questo significa che chi sta facendo meglio in campionato, tra le squadre che schierano più giovani, al momento è l’Orvietana, con il Lama appena 2 punti sotto in campionato, ma 12 punti sopra nella classifica dei giovani.

Alla prima della classifica dei giovani andranno 9 mila euro, 6 mila alla seconda, 3.500 euro alla terza (escluso chi retrocede).
Di seguito la classifica dopo le prime 20 giornate (la classifica si chiuderà con la 27° giornata, le ultime 3 non daranno punti):


1) ASSISI SUBASIO (13° in classifica in campionato) 36 punti.
2) GUALDO CASACASTALDA (15° in classifica in campionato) 19,2 punti.
3) LAMA (7° in classifica in campionato) 16,8 punti.
4) ORVIETANA (5°), DUCATO (10°), SAN SISTO (12°) ed ELLERA (16°): 4,8 punti
8) V.A. SANSEPOLCRO (5°) 3,6 punti.
Tutte le altre 8 (Narnsese, Spoleto, Tiferno, Nestor, Pontevalleceppi, Trasimeno, Castel del Piano e Angelana) hanno 0 punti.

post

Domenica al Muzi arriva l’Assisi Subasio

Ancora in casa la prima squadra, così come gli Under 17.

Seconda gara interna per l’Orvietana in Eccellenza, un’occasione per rafforzare la zona playoff, visti gli scontri diretti in programma come Spoleto – Tiferno e Nestor – Sansepolcro, ma anche una gara da prendere con le molle, perché l’avversario è in lotta per evitare le zone basse della classifica e domenica scorsa ha vinto un match rocambolesco in rimonta. Appuntamento domenica 9 alle 14.30 allo stadio Luigi Muzi di Ciconia.

Il settore giovanile propone invece una sola gara interna, quella degli Under 17 che domenica mattina ospitano l’Angelana. Giocano in trasferta gli Under 19 a Campitello, gli Under 15 a Terni e gli Under 14 sul campo della Real Ducato Spoleto.

Questo il programma nel dettaglio con date e orari:

Eccellenza, 21° giornata: domenica 9 febbraio ore 14.30.

Orvietana – Assisi Subasio.

Juniores Under 19, Serie A1, 21° giornata: sabato 1 febbraio ore 14.45

Campitello – Orvietana.

Allievi Under 17, Serie A1, 19° giornata: domenica 2 febbraio ore 10.30.

Orvietana – Angelana.

Giovanissimi Under 15, Serie A2 – girone B, 19° giornata: domenica 2 febbraio ore 11.15.

Accademia Calcio Terni – Orvietana.

Giovanissimi Under 14 – girone C, 14° giornata: sabato 8 febbraio ore 17.30.

Real Ducato Spoleto – Orvietana.

post

L’intervista della settimana: Matteo Bernardini

Matteo Bernardini, centrocampista classe 1996, è al suo terzo anno ad Orvieto, anzi dovremmo dire secondo e mezzo visto che aveva iniziato questa stagione con la maglia del Palestrina in Eccellenza laziale. Poi il ritorno sotto la Rupe nell’ultima finestra di mercato dello scorso dicembre.

Dopo l’esperienza fuori regione, Fiorucci ti ha subito rivoluto in squadra e a quanto pare riportarti a Orvieto non è stato difficile.

“E’ stato facilissimo, avevo avuto voglia di un’esperienza nuova per crescere, per confrontarmi con un calcio diverso, con un nuovo spogliatoio e devo dire che mi è servita e mi è piaciuta, ma quando sono stato richiamato dall’Orvietana ho deciso di tornare perché qua c’è una buonissima squadra che disputa un campionato stimolante. Molti compagni già li conoscevo, altri li ho visti giocare perché avevo avuto modo di assistere a qualche partita”.

La rosa ha molti centrocampisti, ma da quando sei arrivato non sembri soffrire la concorrenza, anche perché puoi ricoprire più ruoli

“Sono contento della fiducia che mi dà il mister, la concorrenza comunque fa bene, soprattutto alla classifica, visto che non ci sta molta differenza tra chi entra e chi esce in partita. Il mio ruolo fin dall’inizio della mia carriera è stato quello di mediano davanti alla difesa, poi sono passato a giocare mezzala. Non mi ispiro a nessun calciatore famoso, penso solo al mio modo di giocare”.  

Da quando l’Orvietana è tornata in Eccellenza, sei sempre stato protagonista con questa maglia, avendo già collezionato 57 presenze. Nelle scorse stagioni il girone di ritorno ha sempre dato poche soddisfazioni, questa volta l’obiettivo invece è rimanere tra le prime

“Non voglio sbilanciarmi, ma le sensazioni sono positive. Le qualità ci sono, abbiamo dimostrato di giocarcela con tutti, non ci sta una vera favorita. Lo abbiamo visto anche domenica scorsa contro la capolista, la gara è stata equilibrata, ce la siamo giocata e alla fine abbiamo anche avuto le occasioni per vincerla”.

Secondo te questa squadra, rispetto a quelle degli scorsi anni, quali punti di forza ha?

“Abbiamo una rosa numericamente più ampia, un gruppo solido che è rimasto tale anche grazie al fatto che siamo tutte persone tranquille e che non abbiamo avuto, come accaduto gli anni scorsi, periodi in cui ci girava tutto male. Speriamo continui così, possiamo comunque migliorare ancora, a volte ci è capitato di regalare dei punti, c’è stato rammarico ma questo aspetto ha generato anche più voglia di perfezionarci e di stare attenti ai particolari”.

Arriva ora un’altra gara interna, contro l’Assisi Subasio che sta lottando per uscire dalle zone basse, una gara che nasconde insidie, ma che potrebbe anche regalare una classifica ancora più interessante, visto che sono in programma anche scontri diretti là davanti.

“Dobbiamo sfruttare questa gara interna, sarà difficile perché i nostri avversari cercano punti salvezza e vengono da una bella vittoria, ma considerando che 4 nostre avversarie si affrontano tra loro dovremo cercare di vincere a tutti i costi. Però bisogna stare attenti, l’Assisi Subasio ha in rosa giocatori esperti, come dicevo prima non ci saranno permesse distrazioni”.