post

In un minuto l’Orvietana ribalta il risultato

Salvucci trova un gol incredibile che porta avanti il Gualdo, poco dopo Chiumarulo e Danieli la ribaltano in 60 secondi. Fiorucci: “Bella reazione, sui giovani sono stato frainteso”.

Pioggia, vento e avversario ostico venuto ad Orvieto per togliersi dallo scomodo penultimo posto della classifica. Questo il primo fotogramma della gara. Partita bloccata, che viene scossa da un gol pazzesco da posizione defilata, quasi sulla linea laterale, con palla che si insacca sotto al sette e Orvietana clamorosamente sotto nel punteggio. Poi l”ultimo scatto: in un giro di orologio, mentre esce incredibilmente anche il sole, arrivano due gol su due assist di Paletta che portano 3 punti nel carniere biancorosso, lasciando la squadra di Fiorucci sempre a -1 dalla zona playoff.

L’Orvietana si presenta con la novità Simoncini, esordio da titolare, vista la febbre che aveva colpito Bianco. Prima mezz’ora che passa con l’Orvietana che ha dominio territoriale, ma con il Gualdo pronto a salire e sfruttare le disattenzioni che anche un terreno pesante, ma comunque che ha ottimamente retto le grandi piogge, possa regalare. Non arrivano conclusioni pericolose verso i portieri fino agli ultimi dieci minuti del primo tempo quando Beccaceci è costretto a intervenire in maniera decisiva prima su Petrini, da corta distanza, quindi su Salvucci, il cui tiro da fuori area già era una prova per quello che riuscirà a fare poi nella ripresa.

 

Il secondo tempo si apre con il tentativo di Paletta, sebbene da posizione defilata: la palla finisce alta di poco, poi ci prova Danieli, che sfrutta anche una deviazione della difesa, ma ancora una volta il pallone esce a lato. Continua a piovere, la gara propone poco finché l’allenatore ospite Pierotti decide di dare una scossa, ne cambia tre: dentro Favaro, Bucci e Dragoni per Ajdini, Petrini e Smacchi. Ridisegna l’attacco del Gualdo e inserisce forze fresche. Nell’Orvietana dentro Sulimani per Keita e Locchi per Cotigni.

Ecco che si arriva all’episodio che sembra condannare i padroni di casa: è la mezz’ora, viene fischiato un fallo a De Vitis in uscita che genera qualche contestazione, Salvucci, direttamente da punizione, trova una traiettoria pazzesca che finisce sotto al sette, con Beccaceci che si accorge forse troppo tardi dell’impensabile tragitto che stava prendendo il pallone.

Manca meno di un quarto d’ora, entrano Mirco Perquoti e Chiumarulo per Colangelo e Mortaroli ed arriva la reazione dell’Orvietana: nel giro di sessanta secondi Paletta sfodera due assist che vengono raccolti di testa prima da Chiumarulo, quindi da Danieli, quanto basta per ribaltare il risultato. Esce addirittura il sole che illumina i minuti finali di una gara che conferma l’Orvietana a un solo passo dalla zona playoff.

Queste le parole di Fiorucci a fine gara:

E’ stata una bella reazione a un gol pazzesco, ma beffardo. Purtroppo ancora fatichiamo un po’ negli ultimi 20 metri, è comunque stata una partita condotta con superiorità territoriale. Le solite distrazioni hanno fatto sì che il Gualdo si rendesse comunque pericoloso, ma il modo in cui è andato in vantaggio è stato beffardo. Ma la squadra ha cuore e coraggio e siamo andati a prenderci questa vittoria. Leggendo i risultati anche dagli altri campi, si capisce che sarà un campionato bellissimo, difficile fare ogni pronostico”.

“Vorrei puntualizzare poi quello che ho detto in una precedente intervista: ribadisco che il problema dei giovani è di quantità, non di qualità. Lo scorso anno avevamo, tra chi era in Juniores e chi nell’ottica della prima squadra, un gruppo molto più folto, specialmente per i giocatori così detti fuoriquota che la scorsa stagione erano 1999 e 2000. Quest’anno nei 2000, che deve giocare solo uno, e 2001 siamo di meno. Ho semplicemente fatto un conto numerico, sono numeri che penalizzano sia la prima squadra che la Juniores, che stanno facendo benissimo entrambe, ma potrebbero fare ancora meglio”.

ORVIETANA – GUALDO CASACASTALDA 2-1

ORVIETANA (4-3-3): Beccaceci; Paletta, De Vitis, Annibaldi, Simoncini; Cotigni (21’st Locchi), Dida, Colangelo (31’st Chiumarulo); Keita (18’st Sulimani), Danieli (43’st Marchi), Mortaroli (31’st M. Perquoti). A disp.: R. Perquoti, Lanzi, Bianco. All.: Fiorucci.

GUALDO CASACASTALDA (4-3-1-2): Santini; Stoppini, Tarpanelli (45’st Collarini), Bianconi, Chiocci; Passeri (29’st Bensi), Gaggioli, Ajdini (19’st Bucci); Salvucci; Smacchi (19’st Favaro), Petrini (19’st Dragoni). A disp.: Magrini, Sannipoli, Andreani, Giovi. All.: Pieriotti.

ARBITRO: Checcaglini di Perugia (Spena di Perugia – D’Andola di Perugia).

MARCATORI: 30’st Salvucci (G), 37’ st Chiumarulo (O), 38’st Danieli (O).

NOTE: ammoniti: Mortaroli, Cotigni, Danieli (O), Passeri, Gaggioli (G); angoli: 4-1; recupero: pt: 0’; st: 4’.

CLASSIFICA: Narnese 25; Tiferno 23; Spoleto 21; Angelana 20; Lama 18; Orvietana e V.A. Sansepolcro 17; Pontevalleceppi 15; Castel del Piano e Nestor 14; Trasimeno 13; Assisi Subasio 11; Ducato 9; San Sisto 8; Gualdo Casacastalda 7; Ellera 3.

PROSSIMO TURNO: Trasimeno – Orvietana.

post

Giovanili: stavolta arrivano solo due pareggi

Finisce 2-2 il big match di Sansepolcro, con i biancorossi che si fanno recuperare il doppio vantaggio.

Finisce in parità la super sfida in testa al campionato Juniores, con l’Orvietana avanti 2-0 grazie alle reti di Samuele Cruciani e Martinelli, poi riacciuffata dal Sansepolcro. Rimane avvincente la lotta al titolo regionale, anche perché ora si sono fatte sotto in classifica anche Narnese e Ol. Thyrus. Sabato prossimo la squadra di Fatone sarà impegnata in casa contro la Ducato Spoleto.

Anche gli Allievi A1 avevano iniziato bene il proprio match contro il Bastia, andando in vantaggio con Graziani. Ma i perugini nella ripresa hanno segnato 4 reti ribaltando il risultato. La classifica del campionato si spezza così in due tronconi uguali: le prime sette, quindi un gap di 7 punti a separarle dalle ultime sette. Prossima partita a Foligno.

Sorte simile per i Giovanissimi A2, in vantaggio con Albani sul campo del Petrignano e anche essi raggiunti negli ultimi istanti del match. I biancorossi salgono comunque al 9° posto e domenica prossima ospiteranno l’Amerina.

Rinviata infine la gara dell’Under 14, forse sarà recuperata in settimana.

Under 19 A1, 11° giornata

V.A. SANSEPOLCRO – ORVIETANA 2-2

Marcatori per l’Orvietana: Cruciani, Martinelli.

Classifica: V. A. Sansepolcro 24; Orvietana 23; Ol. Thyrus San Valentino e Narnese 20; Ducato Spoleto e Pontevecchio 18; Nestor 17; Fontanelle, Petrignano e Campitello 14; San Sisto e Castel del Piano 12; Baldaccio Bruni 11; Casa del Diavolo e Angelana 10; Gualdo Casacastalda 9.

Prossimo turno: Orvietana – Ducato Spoleto.

Under 17 A1, 9° giornata:

ORVIETANA – BASTIA 1-4

Marcatore per l’Orvietana: Graziani.

Classifica: Campitello 23; V. A. Sansepolcro e Cannara 22; San Sisto e Angelana 20; Foligno 17; Bastia 16; Castel del Piano e S.F. Castiglion del Lago 9; Terni Est 8; Orvietana e Narnese 6; A. Gubbio 4; Valdichiana U. 0.

Prossimo turno: Foligno – Orvietana.

Under 15 A2 gir. B, 9° giornata:

PETRIGNANO – ORVIETANA 1-1

Marcatore per l’Orvietana: Albani.

Classifica: Nestor 21; Julia Spello Torre e Vigor Nuova Gualdo Bastardo 20; Accademia Calcio Terni 19; Petrignano 17; Amerina e Bastia 15; Olimpa Collepepe Pantalla 13; Olympia Thyrus San Valentino e Orvietana 12; Giovanili Todi 10; Fulginum 3; PSG Bosico e Giovanile Deruta San Nicolò 1.

Prossimo turno: Orvietana – Amerina.

Under 14 gir. C, 4° giornata:

GIOVANILI TODI – ORVIETANA rinviata

post

L’intervista della settimana: Leonardo Bianco

(foto: Orvietosport.it)

Questa settimana parliamo con Leonardo Bianco, classe 2001, che è alla seconda stagione in prima squadra. Esterno sinistro di difesa, anche perché mancino.

Leonardo sicuramente non potrai dimenticare quella terza giornata di ritorno della scorsa stagione a Todi contro il Massa Martana: gol dalla distanza e prestazione che di fatto ti ha cucito addosso la maglia numero 3 della prima squadra. Da quella partita non ne hai più saltata una: 13 presenze consecutive lo scorso anno, 10 su 10 in questo avvio di stagione.

“Sì, è proprio così, il mister Silvano Fiorucci continua a darmi fiducia e sto cercando di fare del mio meglio, le statistiche dicono che sono tra i più titolari, sono ovviamente molto felice di questo”.

Risultano anche due sole ammonizioni in queste 23 presenze consecutive da titolare, che significa? Che sei veramente corretto o che forse in qualche occasione potresti anche farti sentire sugli avversari?

“Credo che è sempre meglio essere corretti verso gli avversari e i pochissimi cartellini lo stanno a dimostrare, ma non nego che a volte dovrei metterci più cattiveria”.

In quale aspetto sei migliorato di più in questa esperienza in prima squadra e dove invece secondo te hai ancora margini di miglioramento?

“Parto dal presupposto che non si smette mai di migliorare, ogni allenamento e ogni partita sono importanti per la crescita di un giocatore giovane come me, devo migliorare nella concentrazione, non devo mai staccare la spina fino al triplice fischio”.

Veniamo all’attualità, c’è rammarico per come sono andate le cose a Narni?

“Il campionato è ancora lunghissimo, a Narni abbiamo fatto la partita noi, soprattutto nel primo tempo, giocando un buon calcio, ma ovviamente è mancato il goal e come tutti sappiamo per vincere conta quello. Il dispiacere ci sta, ma abbiamo la consapevolezza che possiamo giocarcela benissimo con tutte le altre squadre del campionato e anche la gara di Narni ci ha dato convinzione di questo aspetto anche se è andata male come risultato”.

Domenica a Orvieto arriva il Gualdo, che naviga nei bassifondi ma la settimana scorsa ha trovato la prima vittoria ribaltando uno svantaggio, che partita ti aspetti?

“Non dobbiamo e non possiamo sottovalutare nessuna squadra, sappiamo che il Gualdo ha buoni giocatori, ma continuiamo a pensare a noi, come ogni domenica che verrà perché abbiamo ottime qualità per fare bene, anche perché quest’anno abbiamo un ottimo gruppo e gli stimoli non mancano”.

post

Stefano Grizzi lascia l’Orvietana: va al Palestrina

Il difensore Stefano Grizzi non è più un giocatore dell’Orvietana calcio. Dopo 5 presenze in campionato, due da titolare, di comune accordo con la società del presidente Roberto Biagioli, Grizzi ha deciso di continuare la sua esperienza nel Palestrina, club di Eccellenza laziale girone B. Stefano ha salutato tutti i compagni, lo staff tecnico e i dirigenti ed ha ottenuto il nullaosta per accasarsi nel club laziale. Al momento infatti il mercato è chiuso, riaprirà solo tra tre gare di campionato.

L’Orvietana calcio augura a Stefano le migliori fortune sportive, ringraziandolo per la serietà dimostrata.

Stefano contraccambia con queste parole:

“Colgo l’occasione per inviare i miei ringraziamenti a tutta la società per questi mesi trascorsi a Orvieto. Devo dire che mi sono trovato veramente bene, soprattutto con i compagni coi quali ho legato particolarmente, anche se in pochissimo tempo. Dispiace essere andato via in modo così prematuro, sopraggiunti motivi di ambito universitario mi hanno portato a riavvicinarsi da subito nel Lazio. Il calcio poi è così, questo tipo di scelte sono all’ordine del giorno. Ringrazio ancora tutti, il direttore, il presidente, il mister e tutto il suo staff”

 

post

Il programma del fine settimana

Prima squadra in casa contro il Gualdo. Scontro al vertice per la Juniores.

Fine settimana denso di appuntamenti come sempre per i colori biancorossi. Si comincia sabato con uno dei piatti più ricchi: a Sansepolcro l’Orvietana, seconda in classifica, sfida la capolista provando a sorpassarla visto l’unico punto che separa le due squadre in graduatoria. Domenica mattina saranno impegnate Under 14 a Todi, Under 15 a Petrignano e Under 17 in casa contro il Bastia. Il weekend si chiude con la gara della prima squadra che torna a giocare al Muzi contro il Gualdo Casacastalda: obiettivo provare ad entrare in zona playoff.

Questo il programma nel dettaglio:

Eccellenza, 11° giornata:

Orvietana – Gualdo Casacastalda: domenica 17 ore 14.30

Under 19 A1, 11° giornata:

Vivi Altotevere Sansepolcro – Orvietana: sabato 16 ore 14:45

Under 17 A1, 9° giornata:

Orvietana – Bastia: domenica 17 ottobre ore 10:45

Under 15 A2 girone B, 9° giornata:

Petrignano – Orvietana: domenica 17 ore 11:00

Under 14 girone C, 4° giornata:

Giovanili Todi – Orvietana: domenica 17 ore 10:00

post

Secondo tempo fatale all’Orvietana, la Narnese accelera e vince la partita

La classifica non cambia: biancorossi sempre a meno 1 dai playoff. Primo tempo equilibrato, poi Mortaroli sfiora il gol un minuto prima che Rocchi la sblocca, infine raddoppia Quondam. Fiorucci: “Dispiace, ma non è un passo indietro”.

Si interrompe ad 8 la striscia positiva dell’Orvietana che perde 2-0 a Narni, in casa di quella che ormai è rimasta la capolista solitaria del campionato. Fiorucci manda in campo l’undici titolare che nelle ultime gare ha garantito ottime prestazioni. La Narnese non vuole farsi sfuggire l’occasione per continuare a correre in testa alla classifica, soprattutto perché dopo pochi minuti arriva la notizia del vantaggio dell’Angelana a Città di Castello. Il primo tempo corre via senza rischi per l’Orvietana. Tante lotte a centrocampo, dove Raggi e Colangelo si mettono in mostra più di tutti. Bisogna attendere la metà della prima frazione di gioco per assistere al primo tiro che cominci ad avere qualche caratteristica di pericolosità, è una conclusione che porta la firma di Dida, il centrocampista dell’Orvietana però non centra i pali. Poco dopo, sul lato opposto, una punizione di Bagnato finisce di poco alta sopra la traversa, mentre intorno alla mezz’ora è Danieli ad avere la possibilità di concludere verso la porta, ma ancora una volta la palla finisce fuori. Anche Keita da distanza ravvicinata spaventa il portiere della Narnese. La partita è dura, i contrasti non mancano, spesso l’aspetto fisico diventa predominante su quello tecnico, che comunque non manca alle due squadre.

In avvio di secondo tempo si rompe l’equilibrio. Poteva rompersi a favore dell’Orvietana se l’intervento di Cunzi sul tiro dalla distanza ravvicinata di Mortaroli non avesse di fatto salvato un gol per la sua squadra. Non passa nemmeno un minuto e la Narnese sblocca il risultato, insomma il classico gol mangiato, gol subito. Bellini infatti vede lo spazio per far partire il contropiede, serve Rocchi che si invola verso Beccaceci e lo supera con un pallonetto vincente. La reazione dell’Orvietana non riesce a produrre grosse occasioni e al 25′ arriva il raddoppio a firma di Quondam che insacca di testa un pallone arrivato in area da calcio d’angolo.

Una sconfitta che lascia l’Orvietana ad un solo punto dalla zona playoff, in una classifica che però si infittisce con tante squadre in pochissimi punti. C’è da dire che delle squadre che sono avanti in graduatoria all’Orvietana, se si esclude il Pontevalleceppi, tutte sono state già affrontate dai biancorossi che quindi potranno, almeno sulla carta, godere ora di un calendario teoricamente più agevole. A partire da domenica prossima quando al Muzi arriverà il Gualdo Casacastalda.

Queste le parole di Fiorucci a fine gara:

Dispiace sempre perdere, soprattutto dopo aver fallito il gol del vantaggio poco prima che la partita si sia sbloccata a loro favore. Ma ci può stare. Abbiamo espresso comunque gioco, avuto occasioni e lasciato quasi nessuno spazio fino al gol. Abbiamo pochi giocatori, a parte Danieli, con caratteristiche negli ultimi metri che possano regalarci il gol. Mortaroli e Keità hanno avuto occasionissime a due metri dal portiere, a cui faccio i complimenti, ma hanno caratteristiche più da suggeritore o da velocità che da finalizzatori. Dopo 10 giornate, di cui 6 giocate in trasferta e più della metà giocate contro squadre che ci stanno avanti in classifica, essere lì nella mischia è comunque una situazione che non va sottovalutata, poi ovvio c’è sempre da migliorare, ma oggi non abbiamo certo fatto un passo indietro”.

NARNESE – ORVIETANA 2-0

NARNESE: Cunzi, Kola (36’st Tiberti), Petrini, Silveri, Ponti, Tancini, Bellini, Raggi, A. Leonardi (12’st P. Leonardi), Rocchi (18’st Quondam), Bagnato (12’st N. Grifoni). A disp.: Paliani, Cafaro, Donati, Consolini, Chiocci. All.: Sabatini.

ORVIETANA: Beccaceci, Paletta, Bianco, Annibaldi, Dida (33’st Cotigni), De Vitis, Locchi (33’st Marchi), Colangelo (25’st Chiumarulo), Danieli, Mortaroli (42’st M. Perquoti), Keita. A disp.: Kanazawa, Grizzi, Simoncini, Marsili, Sulimani. All.: Fiorucci.

MARCATORI: 8’st Rocchi, 29’st Quondam.

NOTE: ammoniti: Silveri, Cunzi, Ponti, Sabatini (all.) (N); Locchi, Mortaroli, Dida (O). Angoli: 5-6; recupero: pt: 0’; st: 3’.

Si ringrazia per la collaborazione: Giacomo Papini.

CLASSIFICA: Narnese 22; Spoleto 21; Tiferno 20; Angelana 17; Pontevalleceppi e Lama 15; Orvietana e V.A. Sansepolcro 14; Castel del Piano 13; Trasimeno 12; Assisi Subasio e Nestor 11; Ducato 9; San Sisto e Gualdo Casacastalda 8; Ellera 4.

PROSSIMO TURNO: Orvietana – Gualdo Casacastalda.

post

En plein per le formazioni giovanili

Filotto completo per le formazioni agonistiche: 4 vittorie su 4, 22 gol segnati e nessuno subito.

Weekend perfetto per la cantera dell’Orvietana, vincono tutte le formazioni, con risultati larghi e senza subire reti. Sabato l’Under 19 chiude presto i conti contro il Gualdo Casacastalda e si porta ad un solo punto dalla vetta del massimo campionato regionale umbro. Vanno a segno, entrambi con una doppietta, Fattorini e Marsili, completa l’opera Cruciani. Sabato prossimo arriverà il big match in trasferta sul campo della capolista: a Sansepolcro i ragazzi di Fatone potranno capire se possono ambire alla prima piazza. Sempre sabato netta vittoria dell’Under 14 a Castiglione in Teverina contro l’Olimpia Collepepe Pantalla, con le reti segnate da Basili, Materazzini, Pelliccia (2), Risi e Cerquitelli, prosegue dunque spedita la marcia in testa alla classifica a punteggio pieno per la formazione allenata da Silvi. Domenica mattina arrivano altri successi larghi e molto preziosi: l’Under 17 ottiene la seconda vittoria stagionale vincendo 4-0 a Fabro Scalo contro la Valdichiana Umbra grazie ai gol di Baci, doppietta, Iacuzio e Lucchi. Tre punti che riportano in zone più tranquille la formazione di Broccatelli che domenica prossima tornerà a giocare in casa contro il Bastia. Vincono nettamente anche gli Under 15 di Valterio, dopo un primo tempo chiuso sull’1-0, dilagano nella ripresa fino al 7-0 finale contro il Bosico. Le reti portano la firma di Moracci (2), Zappone, Di Leo, Albani e Ramunno, più un autogol. La settimana prossima è in programma la trasferta contro il Petrignano.

Under 19 A1, 10° giornata

ORVIETANA – GUALDO CASACASTALDA 5-0

Marcatori per l’Orvietana: Fattorini (2), Marsili (2), Cruciani.

Classifica: V. A. Sansepolcro 23; Orvietana 22; Ducato Spoleto 18; Ol. Thyrus San Valentino e Narnese 17; Fontanelle, Nestor, Pontevecchio*, Petrignano e Campitello 14; Baldaccio Bruni e Casa del Diavolo 10; Castel del Piano*, San Sisto e Gualdo Casacastalda 9; Angelana 7.

*una partita in meno.

Prossimo turno: V. A. Sansepolcro – Orvietana.

Under 17 A1, 8° giornata:

VALDICHIANA UMBRA – ORVIETANA 0-4

Marcatori per l’Orvietana: Baci (2), Iacuzio, Lucchi.

Classifica: Campitello, San Sisto e Angelana 20; V. A. Sansepolcro e Cannara 19; Foligno 14; Bastia 13; Castel del Piano 7; Narnese, Castiglion del Lago, Terni Est e Orvietana 6; Atletico Gubbio 4; Valdichiana Umbra 0.

Prossimo turno: Orvietana – Bastia.

Under 15 A2 gir. B, 8° giornata:

ORVIETANA – PGS E. BOSICO 7-0

Marcatori per l’Orvietana: Moracci (2), Zappone, autogol, Di Leo, Albani, Ramunno.

Classifica: Julia Spello Torre e Vigor Nuova Gualdo Bastardo 19; Nestor 18; Accademia Calcio Terni e Petrignano 16; Olimpa Collepepe Pantalla 13; Bastia, Olympia Thyrus San Valentino e Amerina 12; Orvietana 11; Giovanili Todi 7; Fulginum 3; PSG Bosico e Giovanile Deruta San Nicolò 1.

Prossimo turno: Petrignano – Orvietana.

Under 14 gir. C, 3° giornata:

ORVIETANA – OLIMPIA COLLEPEPE PANTALLA 6-0

Marcatori per l’Orvietana: Basili, Materazzini, Pelliccia (2), Risi, Cerquitelli.

Classifica: Ternana e Orvietana 9; Pol. Ternana*, Amerina*, Ol. Thyrus San Valentino, Ducato Spoleto e Orvieto 6; Ol. Collepepe Pantalla e Nestor 3; Narnese*, Campomaggio Collescipoli*, Real Ducato Spoleto*, Sangemini* e Giovanili Todi 0.

*una partita in meno.

Prossimo turno: Giovanili Todi – Orvietana.

post

Il programma del fine settimana.

Prima squadra a Narni, in casa giocano Under 19, Under 15 e Under 14.

10° giornata in Eccellenza, ovvero un terzo di campionato, con l’Orvietana che passa da una capolista all’altra. Dopo aver sfidato, e battuto, il Tiferno ecco la trasferta sul campo della Narnese. Anche in questo caso si tratterà di un replay della gara di coppa, che i biancorossi vinsero 2-0 in trasferta in due spezzoni, dopo che la prima partita era stata sospesa e rinviata per il maltempo. Si gioca domenica 10 alle 14.30 allo stadio Gubbiotti.

Sabato pomeriggio doppio appuntamento, l’Under 19 ospita all’antistadio Achilli alle 15.30 il Gualdo Casacastalda, mentre alle 15.30 al campo di Castiglione in Teverina , dove gioca le proprie gare interne, tocca all’Under 14 di Stefano Silvi contro l’Olimpia Collepepe Pantalla.

La domenica mattina spazio ad Under 17, impegnati a Fabro Scalo contro la Valdichiana Umbra e a Under 15 che giocheranno in casa contro il PSG E. Bosico.

Questo il programma nel dettaglio con date e orari:

Eccellenza, 10° giornata: domenica 10 novembre ore 14.30.

Narnese – Orvietana.

Juniores Under 19, Serie A1, 10° giornata: sabato 9 novembre ore 15.30

Orvietana – Gualdo Casacastalda.

Allievi Under 17, Serie A1, 8° giornata: domenica 10 novembre ore 10:30 (a Fabro Scalo).

Valdichiana Umbra – Orvietana.

Giovanissimi Under 15, Serie A2 – girone B, 8° giornata: domenica 10 novembre ore 10.45.

Orvietana – PSG E. Bosico.

Giovanissimi Under 14 – girone C, 3° giornata: sabato 9 novembre ore 15.30 (a Castiglione in Teverina)

Orvietana – Olimpia Collepepe Pantalla.

post

L’intervista della settimana: Giuseppe Danieli

Dal Lazio all’Umbria Danieli è sempre capocannoniere. Ecco come il bomber biancorosso commenta questa prima fase di stagione.

Dopo qualche domenica di “rodaggio” Giuseppe Danieli ha cominciato a segnare, aveva lasciato il Lazio con il titolo di capocannoniere dell’Eccellenza e ora è già da solo in testa ai marcatori anche qui in Umbria. Il bomber biancorosso si accende subito in un gran sorriso:

“Era ora! Un po’ mi pesava questa cosa, è merito però di tutta la squadra che gioca bene, con serenità e piano piano devo dire che sta dando i suoi frutti tutto il lavoro svolto in questa prima parte di stagione. Direi che il periodo di rodaggio è finito, con qualche compagno avevo giocato insieme anche lo scorso anno, ma con molti no ed è inevitabile che un po’ di adattamento serviva, ora tutti hanno capito come mi piace ricevere palla e io so come si muovono loro”

Hai distribuito le tue reti in 3 partite che coincidono con le 3 vittorie dell’Orvietana in campionato.

“Me ne ero accorto, insomma se segna Danieli l’Orvietana vince! A parte scherzi vedrete che inizieranno a segnare reti decisive anche Mortaroli, Chiumarulo e gli altri che se lo meritano per il gran lavoro che fanno”.

Sono tutti gol segnati in casa, è arrivato il momento di gonfiare la rete anche in trasferta?

“Direi proprio di sì! Anche perché ora ci aspetta una gara importante. Ma non so spiegarmi come mai, forse perché in casa giochiamo meglio, o magari gli avversari hanno un approccio diverso, o semplicemente al Muzi trovo più spazi”.

Da una capolista all’altra, dopo il successo sul Tiferno ecco la Narnese. Le avete incontrate anche in coppa, quindi le conoscete bene, secondo te quali sono le principali differenze tra le due?

“A Narni mi aspetto una partita più maschia, più dura fisicamente, con la Tiferno sono state gare molto tecniche. La Narnese ha molti giocatori con importanti caratteristiche fisiche, penso ad esempio a giocatori come Quondam o Raggi, a me personalmente piacciono proprio questo tipo di gare”.

Il calendario vi ha messo davanti già Tiferno, Angelana, Sansepolcro e Spoleto ovvero le squadre più accreditate, chi ti ha impressionato di più e che confronto si può fare con l’Orvietana?

“La squadra più forte secondo me paradossalmente è quella più attardata in classifica, ovvero il Sansepolcro, è la rosa più attrezzata, sviluppa un bel gioco. Ora ha un momento negativo, capita a tutti, ma vedrete che tornerà presto in alto. Noi abbiamo dimostrato di giocarcela con tutti”.

Ti vediamo spesso venire a prendere palloni a centrocampo, quando magari molti si aspettano che una punta come te debba lasciare ad altri questo compito, è quindi una scelta ben precisa?

“E’ una mia caratteristica, non resto fermo lì davanti, mi sacrifico e vengo a portare su palloni, forse lo faccio anche troppo, a volte anche Fiorucci me lo dice, ma è il mio carattere, quello di dare una mano sempre”.

La più grande differenza che hai incontrato fin qui tra il campionato laziale e quello umbro?

“Nel Lazio ho trovato difese più fisiche, ci sono molti più contatti anche a palla lontana, malgrado ciò gli arbitri fischiano meno. Qua ci sono meno contrasti fisici, ma a quanto pare mi fischiano più falli a favore. Mi sono dovuto ambientare anche a questo aspetto”.

post

Prestazione perfetta dell’Orvietana, la capolista va ko al Muzi

Doppietta di Danieli, ma tutta la squadra gioca bene e incamera tre punti pesantissimi.

Arriva l’ottavo risultato utile di fila per l’Orvietana e stavolta è un risultato di quelli che pesa parecchio: battuta la capolista Tiferno al termine di una gara perfetta, preparata sapientemente da Fiorucci e vinta con pieno merito. Orvietana che sa attendere, che colpisce di continuo con le ripartenze che mandano in tilt l’avversario, costretto alla fine a cedere senza trovare il modo di reagire. Continua la serie positiva per la difesa: 1 solo gol subito nelle ultime 6 partite, peraltro indolore nella vittoria 3-1 con l’Ellera. E’ la migliore difesa del campionato.

Fiorucci manda in campo il solito 4-3-3, con Paletta e Bianco esterni e De Vitis ed Annibaldi centrali, in mediana operano Colangelo, Dida e Locchi con Mortaroli e Keita esterni accanto a Danieli in attacco. Dall’altra parte Santececca sfodera inizialmente il 3-5-2.

Partono a ritmi alti gli ospiti, che dopo tre minuti riescono con Bartoccini a servire Orlandi in area, ma la sua conclusione, di fatto l’unico tiro verso la porta del primo tempo, termina a lato. L’Orvietana vince i contrasti a centrocampo e fa partire in velocità gli esterni, Mortaroli in una di queste occasioni serve in area Danieli, fermato in dubbio fuorigioco. A metà tempo altra ripartenza, iniziata con una palla rubata da Danieli a centrocampo, zona dove gli ospiti cominciano a soffrire. Danieli si invola sull’out destro e mette una una golosissima palla sotto porta dove Locchi manca di un soffio l’appuntamento col pallone. Il Tiferno continua a lasciare spazi e l’Orvietana colleziona altre occasioni: Mortaroli batte una punizione in area dove Annibaldi arriva di testa, ma non inquadra la porta.

L’Orvietana capisce che la difesa ospite non è perfetta, tanto che i padroni di casa restano alti anche dopo aver chiuso le azioni di attacco, ecco che infatti Colangelo attacca subito i difensori tifernati, gli ruba palla e serve Danieli in area, il bomber non sbaglia e porta in vantaggio l’Orvietana. Siamo alla mezz’ora.

Il Tiferno non riesce a scuotersi più di tanto e prima dell’intervallo arriva il raddoppio. Bianco recupera palla, vede lontano Danieli libero, lo serve con un lancio lungo, l’attaccante entra in area si trova davanti Eramo che si tuffa sul tiro di Danieli e lo intercetta con le mani: è rigore e dal dischetto la conclusione precisa e potente del numero 9 di casa vale il 2-0.

La ripresa si apre con un’altra occasione per Danieli, su suggerimento di Mortaroli dalla destra, ma la punta sfiora solo la palla che finisce lontano dai pali. Un minuto dopo si rivedono gli ospiti, quando Orlandi trova spazio in area e, sul lungo suggerimento di Tersini, prova il colpo di testa che però finisce alto.

 

A questo punto le condizioni meteo diventano le principali protagoniste. Si abbatte un nubifragio, con pioggia torrenziale e venti rafficati in continuo cambiamento di direzione. Condizioni che favoriscono ovviamente l’Orvietana. Per la Tiferno poi si mette ancora peggio visto il rosso sventolato in faccia a Lentini, per un brutto fallo su Keita. Se in altre due occasioni la Tiferno era riuscita a ribaltare un doppio svantaggio e alla fine a vincere, stavolta la buonissima prova dell’Orvietana, con una difesa che sembra sempre più impenetrabile, non lascia possibilità ai tifernati nemmeno di riaprire la partita.

Queste le parole di Silvano Fiorucci a fine gara:

“Sono contento ovviamente del risultato, meritatissimo, ma soprattutto della prestazione. Mi sono piaciuti veramente tutti. Avevamo preparato bene la gara, succede che possa essere più facile preparare questo tipo di partite per gli stimoli che danno, ma poi bisogna giocarle. Avevamo di fronte una squadra fortissima, ne avremo una altrettanto forte di fronte domenica prossima, sono sfide che ci piacciono e vogliamo provare a uscirne bene. Il campionato però è ancora molto lungo ed equilibrato, speriamo di vivere altri pomeriggi come questi”.

ORVIETANA – TIFERNO 2-0

ORVIETANA (4-3-3): Beccaceci; Paletta, De Vitis, Annibaldi, Bianco; Colangelo (46’st Grizzi), Dida (40’st  Cotigni), Locchi (26’st Marchi); Mortaroli (30’st R. Perquoti), Danieli (33’st Chiumarulo), Keita. A disp.: R. Perquoti, Lanzi, Sulimani, Simoncini. All.: Fiorucci.

TIFERNO (3-5-2): Vaccarecci; Cangi (22’st Lentini), Eramo, Tersini; Mancini (10’st Sbardella), Bruschi, Della Rina, Bartoccini, Lavano; Alagia, Orlandi. A disp.: Palozoni, Grilli, Piombini, Bianchi, Morvidoni, Mariucci, Mercuri. All.: Santececca.

ARBITRO: Capoccia di Perugia (Brizioli di Perugia – Cardinali di Perugia)

MARCATORI: 29’pt e 44’pt rig. Danieli (O)

NOTE: espulso al 37’st Lentini (T), ammoniti: Alagia, Cangi, Sbardella (T); Dida, Annibaldi (O); angoli: 1-5. Recupero: pt: 2’, st: 4’.

CLASSIFICA: Tiferno e Narnese 19; Spoleto 18; Angelana 16; Pontevalleceppi 15; Orvietana 14; Lama 12; Sansepolcro, Trasimeno e Assisi Subasio 11; Castel del Piano e Nestor 10; Ducato 9; San Sisto 8; Gualdo Casacastalda 4; Ellera 3.

PROSSIMO TURNO: Narnese – Orvietana.