post

Antonio Rizzolo confermato allenatore per la prossima stagione, con lui anche il suo secondo Enrico Broccatelli

Conferme erano già arrivate anche per i direttori Panzetta e Capretti.

Il Presidente Roberto Biagioli, in seguito alla decisione di confermare nei ruoli di Direttore Generale e Direttore Sportivo rispettivamente Matteo Panzetta e Severino Capretti, comunica di aver deciso di intraprendere la nuova stagione che sta per arrivare, confermando anche Antonio Rizzolo come allenatore della prima squadra e, nella veste di suo secondo, Enrico Broccatelli, dopo essere riusciti a raggiungere l’obiettivo salvezza durante la stagione appena conclusa.

L’Orvietana calcio augura a entrambi un buon lavoro, certi delle ottime capacità e delle grandi qualità che li contraddistinguono.

post

Tornano in campo le giovanili: Juniores in Campania, Under 15 nelle Marche

Fase nazionale Under 15: Orvietana con N. Tor Tre Teste e Villa S. Martino

Settore giovanile dell’Orvietana che non conosce soste. La vittoria del campionato umbro Giovanissimi Under 15 ha proiettato i biancorossi guidati da Andrea Valterio (nella foto) alle fasi nazionali, iniziate lo scorso weekend. L’Orvietana è stata inserita nel triangolare con i romani del Tor Tre Teste e i pesaresi del Villa San Martino. Nel primo incontro a Roma il Tor Tre Teste ha battuto 2-0 la squadra marchigiana. L’Orvietana ora dovrà affrontare prima in trasferta il Villa San Martino, domenica 26 a Pesaro, per poi chiudere in casa contro la Nuova Tor Tre Teste la settimana successiva.

Torna in campo anche la Juniores nella seconda giornata del triangolare della poule scudetto: i ragazzi di Olimpieri saranno impegnati contro la Paganese mercoledì 22 alle 16.00 allo stadio Alberto Vallefuoco di Mugnano di Napoli.

post

Juniores Cup: primo successo per il girone E, dove militano Formiconi, Sforza e Martini

Decisivo il portiere dell’Orvietana che para due tiri dal dischetto.

Prima giornata della Juniores Cup, a Pietrasanta al Comunale “XIX Settembre”, è andato in scena il confronto tra Rappresentativa del girone B e quella del girone E, dove sono stati convocati tre giocatori dell’Orvietana: Formiconi, Sforza e Martini. Il girone E ha prevalso ai rigori per 4-6 dopo il 2-2 dei tempi regolamentari. In questa prima gara hanno giocato titolari Formiconi e Sforza. Sblocca il match al 31’ del primo tempo il calcio di rigore trasformato da Valenti (Brusaporto), pareggia in chiusura di tempo Russo (Ghiviborgo). Nella ripresa i ragazzi di Venturini completano la rimonta con Shenaj (Sangiovannese), ma in pieno recupero vengono riacciuffati dal gol di Pilenga (Caravaggio). Come da regolamento si va dal dischetto dove sono decisive le parate di Formiconi sui tentativi di Gandini e Natoli, mentre la Rappresentativa E realizza quattro rigori su altrettanti tentativi. Due punti quindi per la squadra di Venturini, uno per quella di Espinal. La rappresentativa del girone E tornerà in campo, per l’ultima gara del triangolare di primo turno, contro quella del girone A giovedì 16 alle 16.00, sempre a Pietrasanta. In caso di passaggio del turno le semifinali sono previste venerdì 17 e la finale sabato 18.

RAPPRESENTATIVA B-RAPPRESENTATIVA E 2-2 (4-6 dopo calci di rigore)

Rappresentativa B (4-3-3): Lattisi; Facchinetti (6’st Vaccari), Gandolfi, Leanza, Valota (1’st Mocchi); Valenti, Albrigi (6’st Gandini), Tosini (3’st Gerdelesko); Astuti, Scarabelli (21’st Natoli), Pilenga. A disp: Fossati, Carnelli, Beloli, Belingheri. All: Espinal

Rappresentativa E (4-5-1): Formiconi; Bigazzi, Morandini, Wolf, Russo; Rossi, Nistri, Sforza, Dini (17’st Biliotti), Sivieri (7’st Bellandi); Giuliani (11’st Scenaj). A disp: Martini, Becherini, Vallini, Riccomi, Iaunese. All: Venturini

Marcatori: 31’pt rig. Valenti (B), 45’pt Russo (E), 12’st Shenaj (E), 49’st Pilenga (B)

Sequenza rigori: Valenti (B) gol, Rossi (E) gol, Gandini (B) parato, Bigazzi (E) gol, Natoli (B) parato, Shenaj (E) gol, Mocchi (B) gol, Morandini (E) gol

Arbitro: Laganaro di Genova (Crisafulli e Colella di Imperia)

Note: ammoniti: Pilenga, Gandolfi (B), Russo, Shenaj, Formiconi (E); recupero: 1’pt, 10’st.

I risultati delle altre gare: rapp. G – rappr. C 3-4; rappr. H – rappr. D 1-2.

post

Juniores: l’Orvietana gioca, il Portici segna: prima gara ai campani

Una punizione deviata regala il match agli ospiti. Orvietana a Pagani mercoledì 22.

POULE SCUDETTO – JUNIORES NAZIONALE, 1° GARA TRIANGOLARE PRIMA FASE:

ORVIETANA – PORTICI 0-1

ORVIETANA: Formiconi, Bellicioni (32′ st Giordano), Caravaggi, Paoletti, Sforza, Radicchio, Lupi, Musai (17′ st Lardani), Cerquitelli, Chiaverini, Martini (22′ st Pelliccia). A DISP.: Porta, Materazzini, Giulivi, D’Urso, Marocchi, Brozzi. ALL.: Giuseppe Olimpieri

PORTICI: Accardo, Damiano, Onufrio (20′ st Campana), Borrone (43′ st Pesce), Ombra, Franzese (1′ st Carluccio), Landi (43′ Cimmino),Sellaf, Maione, Capuano (1′ st Esposito), Ferraro. A DISP.: Di Maio, Varano, Micillo. ALL.: Giuseppe Lepre

ARBITRO: Panici di Aprilia (Scionti, Martino)

RETE: 11′st Landi.

NOTE: ammoniti Franzese, Carluccio (P); Paoletti (O). Corner 7-1 per l’Orvietana. Recupero +1’+9′

Sul terreno del Muzi, è andata in scena a prima gara del triangolare che ha dato il via alla poule per il titolo di campione d’Italia. E l’Orvietana ha incontrato proprio la squadra con lo scudetto cucito sul petto, il Portici. Olimpieri, complice la salvezza della prima squadra in Serie D, ha potuto schierare Caravaggi in difesa, Sforza a centrocampo e Chiaverini in attacco. Stessa situazione anche per gli ospiti, la cui prima squadra in D non aveva più impegni.

Primo tempo di dominio Orvietana, la difesa ospite in affanno più volte sui cambi di velocità di Chiaverini, le incursioni di Martini, i calci piazzati di Lupi e i tentativi di Cerquitelli. Bisogna attendere il 16’ per vedere i campioni d’Italia avvicinarsi all’area dei padroni di casa. L’Orvietana continua a far divertire il pubblico, con giocate di prima in velocità, dall’altra parte solo un colpo di testa di Capuano si avvicina alla porta difesa da Formiconi. Anche Caravaggi si mette più volte in mostra, ma alla fine il tiro in porta dei compagni non arriva. L’Orvietana spreca poco prima dell’intervallo, quando Lupi pesca Chiaverini in area, pallone messo sotto porta, un difensore rischia l’autogol e Cerquitelli da due passi non trova la mira giusta.

Nella ripresa il Portici cambia subito due pedine e si posiziona con un assetto più prudente. L’Orvietana, forse sorpresa dal nuovo atteggiamento, lascia spazi, prima rischia Formiconi su Ferraro, poi al 10’ la difesa concede una punizione per fallo sempre su Ferraro. Landi, all’altezza del vertice destro, trova una traiettoria che viene deviata dalla barriera e che porta la palla ad insaccarsi sul secondo palo: sarà il gol che deciderà la partita.

I giovani biancorossi accusano un po’ il colpo, ora è più difficile passare tra le fitte maglie ospiti, Landi in ripartenza sfiora anche il raddoppio, poi però nell’ultimo quarto d’ora l’Orvietana, con carattere, prova a tornare sugli scudi. Una punizione del neo entrato Pelliccia, mette in difficoltà il portiere ospite, poi sarà Ombra a salvare su Chiaverini. Assalto finale, tante perdite di tempo (alla fine l’arbitro recupererà ben 9 minuti), ritmi però ormai spezzati. C’è anche qualche protesta per un sospetto fallo di mano in area ospite. Nel recupero ci prova anche Lardani dalla distanza, che pesca Radicchio in area. Il suo colpo di testa costringe Accardo ad un gran colpo di reni.

La Juniores tornerà in campo mercoledì 22 maggio in trasferta contro la Paganese, il triangolare si chiuderà sabato 25 con l’incontro Portici – Paganese.

post

Juniores, arriva il Portici al Muzi. Olimpieri: “Venite tutti a supportarci!”

Fase finale: prima gara del triangolare sabato alle 16.00.

Vinti i playoff, la Juniores nazionale inizia il cammino nella fase finale per il titolo di campione d’Italia. Prima tappa il triangolare con i campioni in carica del Portici e la Paganese: una sola squadra passerà agli ottavi di finale. Si comincia con la prima sfida in casa contro il Portici, la gara sarà giocata allo stadio Muzi, non all’antistadio.

Giuseppe Olimpieri, che guida la squadra dal dicembre scorso, da quando Enrico Broccatelli era passato in prima squadra come secondo di Antonio Rizzolo, riassume così questo periodo che ha portato i giovani biancorossi ad un traguardo così prestigioso:

“è stato un continuo crescendo, la squadra già stava facendo benissimo prima quando era guidata da Enrico, il cambio tecnico un po’ improvviso ha solo per un brevissimo periodo portato qualche inevitabile destabilizzazione tra i ragazzi, ma ci siamo immediatamente rimessi in linea e abbiamo lottato fino alla penultima giornata per vincere il girone, con una sola sconfitta, siamo arrivati alla fine secondi, abbiamo vinto il playoff contro la Sambenedettese. È un gruppo forte, coeso, pronto a battersi con chiunque”.

Cosa ti aspetti da queste sfide, cosa sappiamo di Paganese e Portici?

“non siamo stati fortunati nel sorteggio, le squadre del sud Italia hanno una grande tradizione di settori giovanili e grandi bacini d’utenza, sono società molto organizzate, serviranno prestazioni di alto livello sia dal punto di vista tecnico, che fisico, che mentale. Arriviamo comunque preparati e motivati, forti già dei nostri successi, come quando siamo andati a vincere 3-1 in casa della capolista del nostro girone. Spero che sabato venga parecchia gente a tifare per noi, i ragazzi se lo meritano davvero, invito tutti a venirci a vedere e a sostenerci”.

Anche tu, come Rizzolo e Broccatelli, fai parte di quel gruppo di tecnici orvietani che stanno ottenendo risultati con la squadra della propria città. Broccatelli si è lamentato un po’ dell’iniziale clima di poca fiducia, tu che mi dici?

“sono diversi anni che sto nella famiglia dell’Orvietana calcio, sia come allenatore, in precedenza anche come direttore tecnico del settore giovanile. Io la fiducia la sento, sia dalla società, che dai ragazzi. Si sta facendo un grande lavoro, anche nelle altre categorie giovanili, non solo sui calciatori, ma anche sui tecnici”.

L’obiettivo del settore giovanile non è solo ottenere risultati, ma soprattutto preparare giocatori per la prima squadra, senza per forza fare nomi, pensi che l’anno prossimo in Serie D chi andrà a costruire la rosa possa pescare tanto in questo gruppo?

“credo che ci siano diversi classe 2006 che abbiano il profilo adatto per essere inseriti in rosa come under per la prossima Serie D ed è vero che è proprio questa la vera finalità dei settori giovanili. Per questo durante la stagione si lavora molto anche nel miglioramento dei singoli. Credo che la società ora dovrà ulteriormente agevolare l’ingresso in rosa in prima squadra dei giovani formati in casa, questo per dare la giusta continuità al lavoro fatto”.

Orvietana – Portici si gioca sabato 11 maggio alle ore 16.00 allo stadio L. Muzi. Arbitro: Edoardo Panici di Aprilia (Andrea Scionti di Roma 1 – Giovanni Martino di Cassino).

Giuseppe Olimpieri, tecnico dell’Under 19 Nazionale

post

Juniores Cup: tutti convocati i 3 selezionati biancorossi

Formiconi, Sforza e Martini faranno parte della rappresentativa nella manifestazione prossima a partire.

Abbiamo seguito durante la stagione tutte le convocazioni ai vari raduni, dove sono stati selezionati Jacopo Formiconi, Nicola Sforza e Edoardo Martini. Ebbene ora è arrivata la conferma ufficiale. Tutti e tre faranno parte della rappresentativa del Girone E che sfiderà gli altri raggruppamenti nella manifestazione che avrà inizio il 14 maggio, quando si disputeranno le gare inaugurali, per poi nei due giorni successivi vedere completare il programma dei gironi di qualificazione. Venerdì 17 maggio sarà la volta delle semifinali, mentre sabato 18 è in programma la finalissima per decretare il girone vincitore. Le gare si giocheranno in Versilia, a Seravezza e Pietrasanta.

Un’altra grande notizia per i colori biancorossi, dopo che negli ultimi tempi sono arrivate nell’ordine: la vittoria nel campionato Under 16 regionale sperimentale, la vittoria dell’Under 15 nel massimo campionato umbro con conseguente qualificazione alle fasi nazionali, la vittoria dei playoff di girone della Juniores Nazionale e la salvezza della prima squadra in Serie D.

post

Juniores: gli avversari saranno Paganese e i campioni d’Italia del Portici

Triangolare playoff con le squadre campane: si comincia sabato 11 contro il Portici

Definiti gli accoppiamenti della prima fase intergirone del campionato Juniores Nazionale che deciderà il titolo di campione d’Italia. E a proposito di scudetto, saranno proprio i campioni in carica del Portici (vincitori in finale lo scorso anno contro l’Alcione Milano) a sfidare sabato prossimo ad Orvieto i biancorossi. Campana anche l’altra squadra, che riposerà nella prima giornata: la Paganese.

Questo il regolamento:

– La squadra che riposerà nella prima giornata (Paganese) è stata determinata per sorteggio, così come la squadra che disputerà la prima gara in trasferta (Portici);

– Riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato la prima gara in trasferta;

– Nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.

– Per determinare la squadra vincente si terrà conto nell’ordine: a) dei punti ottenut; b) della migliore differenza reti; c) del maggior numero di reti segnate; d) del maggior numero di reti segnate in trasferta; e) della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina del Campionato Nazionale Juniores Under 19 (in questo caso l’Orvietana è messa meglio di tutte e la Paganese peggio di tutte).

Le date di questa fase: prima giornata sabato 11 ore 16.00, seconda giornata mercoledì 22 e terza giornata sabato 25 maggio.

Questa fase, composta da tre triangolari e due scontri diretti, promuoverà agli ottavi di finale 5 squadre, che si aggiungeranno alle 11 vincenti i gironi di campionato, così da allineare il tabellone agli ottavi di finale. Si procederà ad eliminazione diretta.

post

A Orvieto sarà ancora serie D!

Battutto il Livorno con il gol di Manoni, finale thriller dagli altri campi, poi arriva la conferma: è salvezza diretta!

ORVIETANA – LIVORNO 1-0

ORVIETANA (4-3-1-2): Rossi; Manoni (43’st Labonia), Congiu, Siciliano, Lorenzini; Orchi, Greco, Fabri (33’st Di Natale); Proia; Stampete (33’st Santi), Marsilii (1’st Caravaggi). A disp.: Marricchi, Sforza, Mafoulou, Sakoa, Chiaverini. All.: Rizzolo.

LIVORNO (4-3-3): Albieri; Camara, Ronchi, Schiaroli, Carcani; Bellini, Likaxhiu (31’pt Facchetti), Vallini (9’st Marinari); Menga (1’st Cori), Frati (9’st Luci), Rossetti (27’st Giordani). A disp.: Fancelli, Goffredi, Sabatini, Brenna. All.: Pascali.

ARBITRO: Terribile di B. del Grappa (Savino di Napoli – Dattilo di Roma 1)

RETI: 32’pt Manoni.

NOTE: espulso al 29’ pt Albieri (L) per comportamento scorretto e al 44’pt Lorenzini (O) per doppia ammonizione. Ammoniti: Rossi, Orchi (O). Angoli: 0-3. Recupero: 2’+ 7’.

L’Orvietana chiude come lo scorso anno, conquistando la salvezza diretta all’ultima giornata in casa. A certificare la permanenza nella quarta serie nazionali la forbice di 9 punti sulla quintultima. Può partire la festa al Muzi, al termine di una gara lottata, ricca di episodi e con il verdetto incerto fino al 97’.

Rizzolo sceglie Siciliano per sostituire lo squalificato Ricci in mezzo alla difesa, mette Proia trequartista e in attacco preferisce Stampete e Marsilii. Diverse novità nel Livorno, che si schiera con il 4-3-3. L’avvio è di marca ospite. Frati più volte spaventa la retroguardia biancorossa, ma poi la mira non è mai ottimale. Nell’Orvietana si mette in mostra Stampete che prima consente a Proia un tentativo, finito alto di poco, poi si guadagna una punizione, che ancora Proia manda sopra la traversa. L’Orvietana pressa, anche Lorenzini mette un paio di palle in mezzo pericolose, poi alla mezz’ora l’episodio che decide la partita: grossa incomprensione tra la difesa e il portiere, il retropassaggio finisce sotto il controllo di Marsilii e l’estremo difensore ospite prende il pallone con le mani. Retropassaggio e punizione a due? Interruzione di azione pericolosa? L’arbitro decide di espellere il portiere labronico, ma di assegnare il calcio piazzato di seconda, dopo aver visto il cartellino rosso molti si aspettavano il calcio di rigore. A mettere tutti d’accordo è Manoni, che colpisce con forza la palla toccata da Greco e, complice anche una deviazione, la scaraventa in rete alle spalle del neo entrato Facchetti (nella foto by Rebecca A. il gol partita).

Il finale di tempo è da cardiopalma: prima Stampete, ancora lui, semina il panico in area e serve sul secondo palo Marsilii che di testa, a un metro dalla linea di porta, trova solo il portiere, poi sul proseguo dell’azione arriva il secondo giallo per Lorenzini per un intervento su Rossetti. Si torna in parità numerica e sulla punizione di Carcani, colpo di testa di Ronchi che colpisce la traversa, anche grazie alla deviazione di Rossi.

Si va al riposo con l’Orvietana momentaneamente salva, nella ripresa subito dentro Caravaggi per Marsilii, Livorno che invece esaurisce tutti i cambi prima della mezz’ora. Arriva la notizia del vantaggio del Real Forte, che condannerebbe ai playout l’Orvietana anche vincendo, anche il Livorno fa i conti: il Tau momentaneamente avanti a Piancastagnaio lo supererebbe, si pensa più a quanto accade negli altri campi. Si tira un po’ il fiato, in dieci contro dieci affiora un po’ di stanchezza, poi la gara torna a ritmi più alti nel finale. Luci ci prova dalla distanza, Rossi respinge di punto, dall’altra parte Fabri suggerisce per Orchi, colpo di testa centrale, ci prova anche il neo entrato Di Natale, serve Proia che è anticipato dal portiere. Vengono segnalati cinque di recupero, allungati fino a quasi otto, il Livorno prova a spingere, anche per non lasciare delusi il centinaio di tifosi presenti, ma il risultato non cambia e dagli altri campi arriva la conferma: Orvietana ancora in Serie D anche nella prossima stagione.

post

La Juniores vince i playoff e va alla fase intergirone

Battuta la Sambenedettese 2-0 (Paoletti e Bianco), ora scatta la fase che porterà agli ottavi di finale.

Non era mai accaduto che il campionato Juniores Nazionale regalasse ai colori biancorossi così tante soddisfazioni. Il secondo posto nel girone G, al termine della stagione regolare e la conseguente qualificazione diretta alla finale playoff, è stato onorato con la chiara vittoria per 2-0 contro la Sambenedettese, che in semifinale aveva superato l’A. Ascoli. Le firme sulle reti, entrambe nel primo tempo, sono di Paoletti e Bianco. La squadra guidata in panchina da Giuseppe Olimpieri ha così staccato il pass per la fase intergirone.

La fase successiva del torneo, che dovrà assegnare il titolo di campione d’Italia Juniores, prosegue ora con le altre 10 vincitrici dei playoff (Chisola, Varesina, Tritium, Treviso, Ravenna, Livorno, Roma City, Fasano e Portici) alle quali si sommeranno una squadra sarda e una siciliana. Le tredici compagini daranno vita a tre triangolari e due scontri diretti, qualificando così 5 squadre agli ottavi di finale, dove entreranno in gioco le 11 vincitrici dei gironi di campionato (Chieri, Alcione Milano, Caldiero Terme, Montecchio Maggiore, Piacenza, Tau Altopascio, Vigor Senigallia, Cynthialbalonga, Gladiator, Barletta, Cavese).

Nella foto i festeggiamenti della Juniores a fine gara presso l’antistadio Oscar Achilli.

post

L’Orvietana ospita il Livorno, sperando sia l’ultima fatica

Al triplice fischio il verdetto: salvezza o playout. Juniores: finale playoff in casa contro la Samb.

Ultima di campionato, sperando sia veramente l’ultima, anche se l’appendice playout non può certo essere esclusa a priori. L’Orvietana ospita il Livorno, matematicamente ai playoff ma che deve difendere la quarta posizione. Ci sono sette punti di vantaggio sulla coppia Real Forte dei Marmi Querceta e Vivi Altotevere Sansepolcro: non bastano, per la salvezza diretta ne servono almeno otto.

L’Orvietana, per salvarsi direttamente, deve quindi fare più punti delle due squadre che la seguono, in caso di vittoria dei biancorossi, la salvezza scatterebbe solo se sia Real Forte, sia Sansepolcro non vinceranno. In caso di pareggio tra Orvietana e Livorno, l’unica combinazione che porta alla salvezza, sarebbe la contemporanea doppia sconfitta di entrambe le squadre che oggi sono sette punti dietro. Una sconfitta invece porterebbe ai playout, senza bisogno di attendere i risultati dagli altri campi. In ogni caso, se fossero playout, sarebbero comunque in casa, con a disposizione due risultati su tre.

Rizzolo dovrà fare a meno del capitano Luca Ricci, squalificato, bisognerà anche fare attenzione ai diversi diffidati. Orvietana – Livorno si gioca domenica 5 maggio alle ore 15.00 allo stadio L. Muzi. Arbitro: A. Terribile di B. del Grappa (F. Savino di Napoli – B. Dattilo di Roma 1)

Antipasto di questa sfida decisiva, sarà la finale playoff di girone della Juniores nazionale. L’Orvietana ospita la Sambenedettese, che ha superato, pareggiando ai supplementari, l’Atletico Ascoli in semifinale. Sarà gara unica, con l’Orvietana che avrà due risultati su tre per qualificarsi alla fase successiva con le vincenti playoff di tutti i gironi d’Italia.

Orvietana – Sambenedettese, finale playoff Juniores, si gioca sabato 4 maggio alle ore 15.00 all’antistadio O. Achilli.