post

Martedì Orvietana a Poggibonsi alla ricerca dei primi punti.

Non sarà una gara semplice, ma c’è voglia di riscatto. Ciccone prova a cambiare qualcosa.

Il rinvio di qualche giorno della 4° di campionato ha consentito al gruppo, soprattutto ai nuovi arrivati, di preparare con più attenzione la prossima gara di Poggibonsi. Come anche accaduto in precedenza, il clima agli allenamenti è positivo e propositivo, poi però in gara è sempre accaduto qualcosa che non ha permesso ai biancorossi di conquistare punti.

La strada è lunga e lo staff continua ad essere fiducioso sul valore del gruppo, ma ovvio che anche da un punto di vista psicologico sarebbe fondamentale non tornare a mani vuote da Poggibonsi. I toscani sono un avversario tosto, lo scorso anno arrivarono secondi al termine della stagione regolare, anche quest’anno costruito una rosa per frequentare le zona alte della classifica. Ma la sconfitta a Trestina è stata un stop non certo indolore. I giocatori orvietani hanno tanta voglia di rivalsa per cancellare quella serie incredibile di errori che li ha condannati contro il Tau. Ciccone potrebbe cambiare qualche posizione in campo, spostando alcune pedine.

Si gioca martedì 27 settembre alle ore 17.30 a Poggibonsi. ARBITRO: Andriambelo di Roma 1 (Tasciotti di Latina – Di Meglio di Napoli).

Nella foto da sinistra: Simone Tomassini, Gianfranco Ciccone, Alvaro Arcipreti, Luca Ricci e Gabriele Carletti

post

Matteo Panzetta Team Manager della prima squadra.

Spostato dalla dirigenza della scuola calcio, dopo l’uscita di Cioci.

Il presidente Roberto Biagioli ha deciso di affidare a Matteo Panzetta molte delle competenze che erano precedentemente attribuite a Giuliano Cioci. In particolare Matteo Panzetta rivestirà il ruolo di Team Manager. La scelta di Biagioli è avvenuta di comune accordo con il dg Arcipreti e tutti i collaboratori.

Matteo, già responsabile della Scuola Calcio, si occuperà della gestione dei giocatori e delle loro esigenze, della collaborazione con l’allenatore per l’organizzazione degli allenamenti, del coordinamento dell’utilizzo degli impianti, oltre che della partecipazione alle riunioni tecniche.

post

Nel weekend in campo solo il settore giovanile

Giocano in casa Juniores ed Allievi. Prima squadra a Poggibonsi martedì 27.

Ciccone avrà a disposizione più tempo per preparare la prossima gara di Poggibonsi, visto che la giornata di domenica 25 settembre in Serie D è stata posticipata causa elezioni. In realtà alcune squadre hanno ottenuto il permesso di anticipare a sabato 24, mentre l’Orvietana giocherà martedì 27 alle 17.30. Nella foto un momento degli allenamenti della prima squadra.

Nel weekend quindi in campo solo le giovanili. L’Under 19, dopo la rocambolesca gara di Livorno persa 3-2 non senza recriminazioni, ospiterà sabato il Poggibonsi. L’Under 17 avrà l’occasione di riscattare la sconfitta di Cannara, giocando in casa domenica mattina contro il San Sisto, mentre l’Under 15, che aveva esordito vincendo di goleada contro l’Olympia Thyrus, scenderà in campo a Pian di Porto contro le Giovanili Todi.

PROGRAMMA DEI PROSSIMI TURNI

Campionato nazionale Serie D, girone E: POGGIBONSI – ORVIETANA: stadio S. Lotti – Poggibonsi, martedì 27 ore 17.30

Campionato nazionale Under 19, girone F: ORVIETANA – POGGIBONSI: antistadio O. Achilli – Orvieto, sabato 24 ore 16.00.

Campionato regionale Under 17 Serie A1, girone unico: ORVIETANA – SAN SISTO: antistadio O. Achilli – Orvieto, domenica ore 10.30

Campionato regionale Under 15 Serie A2, girone B: GIOVANILI TODI – ORVIETANA: campo Pian di Porto – Todi, domenica 25 ore 10.30

post

Paure e amnesie condannano l’Orvietana. Esonerato il ds Cioci.

Subito in vantaggio, poi tre erroracci regalano in pochi minuti i gol al Tau

ORVIETANA – TAU ALTOPASCIO 1-3

ORVIETANA (4-2-3-1): Bracaj; Carletti, Borgo, Frabotta, Omohonria (44’st Proietti); Brondi, Ricci; Bracaletti (36’st Guazzaroni), Traorè (18’st Jaziri), Nicodemo (28’st DI Natale); Tomassini. A disp.: Rossi, Bassini, Lanzi, Rosauri, Rinaldi. All.: Ciccone.

TAU ALTOPASCIO (4-4-2): N.Carcani; Borgia, Mancini, Vannucci, Innocenti; Meucci, Anzilotti, Lopes Silva (20’st Pietrelli), Antoni; T. Carcani (26’st Cartano), Brega (41’st Cargiolli). A disp.: Di Biagio, Quilici, Masini, Aliboni, Becucci, Cesaretti. All.: Cristiani.

ARBITRO: Boiani di Pesaro (Bianchi di Roma1 e Romagnoli di Albano Laziale).

MARCATORI: 1’pt Brondi (O), 28’pt e 33’pt rig., 47’pt Brega (T)

NOTE: spettatori circa 300. Ammoniti: Meucci, T. Carcani, Antoni (T), Bracaletti, Nicodemo, Brondi (O) e l’allenatore dell’Orvietana Ciccone. Angoli: 2-5. Recupero: 3’ + 5’.

L’Orvietana resta a secco anche al termine della terza giornata, una gara iniziata come meglio non si poteva, un gol dopo appena 45 secondi, ma chiusasi addirittura nel primo tempo, complici tre erroracci individuali che hanno regalato la tripletta a Brega e hanno pesato come un macigno sui biancorossi, incapaci di riuscire a riaprire i giochi nella ripresa.

Ciccone torna al 4-2-3-1 e schiera Bracaj tra i pali, visti i postumi di influenza per Rossi, sceglie Carletti e Omohonria come terzini, fa esordire Frabotta al centro della difesa accanto a Borgo. L’altro neo acquisto Brondi, insieme a Ricci, si posiziona davanti alla linea arretrata, quindi formazione molto offensiva visto che giocano contemporaneamente Bracaletti, Traore, Nicodemo e Tomassini. Il Tau invece presenta gli stessi 11 titolari che avevano pareggiato domenica scorsa contro il Trestina.

Orvietana già in vantaggio dopo nemmeno un minuto: palla verso Nicodemo che serve Tomassini in area, appoggio dietro dove Brondi trova la traiettoria giusta per segnare e presentarsi così ai nuovi tifosi.

Dopo il vantaggio gli ospiti provano a reagire, occupano il centrocampo, guadagnano terreno, ma si perdono sempre negli ultimi metri. L’arbitraggio piuttosto all’inglese del signor Boiani di Pesaro scontenta un po’ entrambe le squadre. La gara sembra scorrere tranquilla per i biancorossi che costringono all’uscita il portiere ospite per anticipare Tomassini su un diagonale velenoso di Bracaletti e sfiorano il raddoppio con la girata al volo di Ricci.

La seconda metà del primo tempo invece è fatale ai colori biancorossi: al 28’ su una palla innocua ormai a fondo campo vicino sul limite corto dell’area, Bracaj esce e chiama la sfera, Omohonria non interviene vista la chiamata del portiere, ma il numero 1 biancorosso si accorge di essere finito fuori area. Brega allora ne approfitta e ruba palla ai due avversari e si dirige facile facile verso la porta ormai indifesa. Passano pochi minuti, altra palla lunga del Tau, Frabotta interviene ma colpisce male la palla, alle sue spalle ci sta Carcani, sul quale lo stesso Frabotta interviene in ritardo: rigore e rete con l’aiuto del palo. Nell’occasione qualche protesta dell’Orvietana che da tempo reclamava il ritorno in campo di Tomassini uscito dopo un piccolo infortunio. Ma prima del riposo arriva un altro errore, un semplice retropassaggio di testa sta per essere raccolto da Bracaj, ma la palla colpisce braccio e mento del portiere e a Brega non sembra vero di poter di nuovo tirare senza portiere a porta.

La gara di fatto si chiude nel primo tempo, perché nella ripresa l’atteggiamento contenitivo del Tau concede all’Orvietana appena due tiri in porta: a Carletti al 10’ e a Ricci al 40’.

Nel dopo gara il presidente Biagioli ha comunicato l’esonero del direttore sportivo Giuliano Cioci.

post

Il mercato si chiude con l’arrivo di Gianmarco Bassini

Difensore centrale, classe 1994, mancino di esperienza.

Mancava ancora un tassello, soprattutto dopo l’addio di due difensori centrali come Suhs e Guinazu, e proprio l’ultimo giorno di mercato il dg Arcipreti e il ds Cioci trovano l’accordo con Gianmarco Bassini, romano difensore centrale mancino. Per lui esperienze nei professionisti con Benevento ed Ischia e in Serie D con Fidene, Matera, Rieti, Lumezzane, Monticelli, Picerno, Trastevere, Montespaccato e Chieti.

Un altro giocatore di categoria quindi per la rosa di Ciccone e subito disponibile per la gara interna di domenica prossima contro il Tau Altopascio.

Nella foto da sinistra: il direttore sportivo Giuliano Cioci, il difensore Gianmarco Bassini e il direttore generale Alvaro Arcipreti.

post

Arriva l’Altopascio: sfida tra neopromosse al Muzi

Al via anche il settore giovanile agonistico: tutto il programma del fine settimana.

Dopo una settimana caratterizzata dal mercato, con ben 4 uscite (Guinazu, Sahs, Del Prete e Spinelli) e 3 nuovi arrivati (Frabotta, Brondi e un nuovo difensore che dovrebbe essere a breve tesserato), è ora di riscendere in campo. L’Orvietana è chiamata a far punti, dopo due sconfitte, contro un’altra neopromossa, il Tau Altopascio che ha collezionato 1 punto nelle prime due partite.

Rientra dalla squalifica Omohonria, da valutare le condizioni di Biancalana e Jaziri che dovrebbero ancora aver bisogno di una settimana per recuperare. Per il resto Ciccone dovrà capire se i nuovi arrivati siano già pronti per una maglia da titolare, ma visti i giocatori che sono partiti, è probabile che la scelta di mandarli in campo sia obbligata.

Si gioca domenica 18 alle ore 15 allo stadio Muzi, arbitro: Boiani di Pesaro, assistenti: Bianchi di Roma1 e Romagnoli di Albano Laziale.

Intanto nel weekend iniziano anche i campionati del settore giovanile agonistico, la Juniores Nazionale esordirà a Livorno sabato alle 16 (arbitro: Castorina di Lucca, assistenti: Cuppone di Pisa e Rossi di Carrara), mentre domenica mattina gli Allievi andranno a far visita al Cannara e i giovanissimi ospiteranno l’Olympia Thyrus.

PROGRAMMA DEL FINE SETTIMANA

Campionato nazionale Serie D, girone E: ORVIETANA – TAU ALTOPASCIO: stadio L. Muzi – Orvieto, domenica ore 15.00

Campionato nazionale Under 19, girone F: LIVORNO – ORVIETANA: stadio M. Mignozzi – Livorno, sabato ore 16.00

Campionato regionale Under 17 Serie A1, girone unico: CANNARA – ORVIETANA: campo 25 Aprile – Casone / Cannara, domenica ore 11.15

Campionato regionale Under 15 Serie A2, girone B: ORVIETANA – OLYMPIA THYRUS: antistadio O. Achilli – Orvieto, domenica ore 10.30

post

Arriva un altro difensore per Ciccone: Daniele Frabotta, per motivi personali lascia Suhs

Ancora movimenti di mercato a 24 ore dalla chiusura delle trattative.

Ultime ore di trattative (chiudono giovedì 16 settembre) ed Orvietana sempre attiva: arriva in difesa un nuovo giocatore, si tratta di Daniele Frabotta (nella foto in maglia Frosinone) centrale classe 1993 originario di Arpino.

Daniele era a Grosseto in questo avvio di stagione, tanto che era stato in campo da avversario contro l’Orvietana a fine agosto in coppa. Frabotta ha vestito le maglie di Frosinone, Lupa Roma, Messina, Campobasso, Agnonese, Isernia e Fiuggi.

Si tratta di un vero colpo di mercato, visto che sul giocatore, dato in partenza da Grosseto, si erano concentrate le attenzioni di varie società. Frabotta sarà già disponibile per la gara interna di domenica contro il Tau Altopascio.

Intanto, per motivi personali e familiari, il centrale argentino Suhs ha chiesto di essere ceduto, Suhs aveva ben impressionato in questo avvio di stagione, ma la società ha deciso di assecondare le richieste del giocatore. Per questo motivo, oltre l’acquisto di Frabotta, dg e ds stanno operando per un possibile ulteriore acquisto sempre riguardante un centrale di difesa.

post

Ultimi movimenti di mercato: arriva Filippo Brondi, salutano Guinazu, Spinelli e Del Prete.

Decisioni assunte dal presidente Biagioli in accordo con lo staff: maggiore esperienza a centrocampo, si cerca anche un difensore.

A pochi giorni dalla chiusura del mercato, l’Orvietana formalizza altre operazioni in rosa. Lasciano i colori biancorossi i giovani Samuel Spinelli e Ciro Del Prete, oltre a Manuel Guinazu, tra i protagonisti della scorsa stagione.

L’Orvietana calcio, per voce del suo presidente, ringrazia per l’impegno Samuel e Ciro e augura loro le migliori fortune. Un ringraziamento particolare a Manuel per lo straordinario campionato dello scorso anno, quando è stato protagonista in campo in tutte le 34 partite di quella che sarà a lungo ricordata come una stagione da record. L’augurio per tutti è che la loro ricerca di maggiore spazio e possibilità di giocare sia al più presto esaudita.

La novità invece è a centrocampo dove arriva Filippo Brondi (nella foto in maglia Massese by voceapuana.com), classe 94, cresciuto nelle giovanili dello Spezia, Filippo vanta diverse presenze in Serie C con le maglie di Carrarese e Prato e in Serie D con Vado, Fossano e Massese

Lo staff tecnico sta valutando anche l’ingaggio di un altro difensore centrale, vista l’uscita dalla rosa di Guinazu.

Manuel Guinazu, campione con l’Orvietana del Torneo di Eccellenza Umbra 2021/22 con 34 presenze su 34 partite.

post

Usciti i calendari anche per Under 17 e Under 15

Si comincia questo fine settimana: Allievi a Cannara, Giovanissimi in casa contro Olympia Thyrus.

Dopo la definizione, da parte del Comitato Interregionale, di gironi e calendario del torneo Under 19 nazionale, anche il Comitato Regionale Umbro della FIGC ha comunicato gironi e calendari dei campionati regionali Under 17 A1 girone unico e Under 15 A2 girone B, dove sono impegnati i giovani biancorossi.

Di seguito il comunicato con le formazioni partecipanti e i calendari completi:

post

Un gol nel primo tempo punisce l’Orvietana

Tomassini colpisce una traversa e si vede annullare un gol nel recupero.

OSTIA MARE – ORVIETANA 1-0

OSTIA MARE (4-2-3-1): Borrelli; Sbardella, Mazzei, Amendola, Pompei; Gelonese, Santarpia (28’st Lazzeri); Succi (28’st Tirelli), De Crescenzo, Milani (16’st Monni); Roberti (38’st De Cenco). A disp.: Zizzania, Pasqualoni, Talamonti, Santovito, Compagnone. All.: Galluzzo.

ORVIETANA (4-3-3): Bracaj; Guinazu, Borgo, Suhs, Carletti; Proietti (40’st Guazzaroni), Ricci, Rinaldi (8’st Bracaletti); Spinelli (8’st Traore), Tomassini, Nicodemo (40’st Del Prete). A disp.: Formiconi, Lanzi, Purgatori, Rosauri, Di Natale. All.: Ciccone.

ARBITRO: Savino di Torre Annunziata (Ferrara e Eliso Castellammare di Stabia).

MARCATORI: 11’pt Sbardella.

NOTE: Espulso Guinazu (Or) al 39’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Borgo (Or), Santarpia (Os); Angoli: 6-3. Recupero: 0+4

Non trova punti l’Orvietana in riva al Tirreno, a Ladispoli dove è costretta a giocare l’Ostia Mare, arriva la seconda sconfitta per i biancorossi, scesi in campo con diversi assenti. Oltre a Jaziri, Biancalana e Omohonria, Ciccone si vede costretto a fare a meno anche del portiere Rossi, debutta quindi Bracaj. In difesa ecco Guinazu e Carletti costretti a fare i terzini, con Suhs e Borgo centrali. Linea mediana senza under composta da Proietti, Ricci e Rinaldi. Davanti insieme a Tomassini e Nicodemo, per far tornare il conto dei sottoquota, ci sta Spinelli.

I romani partono in attacco, portando più gli uomini che la palla in avanti, quanto basta però per mettere tensione agli orvietani.

Dopo i primi minuti di pressione locale, l’Orvietana si fa vedere al 4’ con una conclusione di Carletti pronto a riprendere una rimessa corta della difesa. Poi un minuto dopo è Nicodemo a provare la conclusione che termina a lato. Ma a passare in vantaggio è l’Ostia, su un corner regalato dai biancorossi, battuto da Milani e concretizzato da Sbardella che trova il tempo giusto per saltare e superare Bracaj, uscito senza arrivare sulla palla.

La risposta dell’Orvietana 5 minuti dopo, quando Proietti appoggia per Nicodemo, il cui tiro è parato prontamente da Borrelli. Biancorossi che riescono a guadagnare campo e tenere alta la squadra, giocando anche bene ma senza riuscire a pungere. I padroni di casa invece con veloci verticalizzazioni riescono sempre a tenere sul chi va là la difesa orvietana. L’Ostia torna a farsi pericolosa con la punizione di Roberti al 32’ che finisce di poco alta. Il primo tempo termina senza altre emozioni.

Nella ripresa parte meglio di nuovo l’Ostia che già al 3’ libera Pompei che si presenta solo davanti a Bracaj, l’uscita del portiere evita il peggio. Dopo una sortita di Spinelli che prova il tiro in area senza successo, Ciccone decide di cambiare: fuori lo stesso Spinelli e Rinaldi per Traore e Bracaletti, schieramento molto più offensivo dunque.

Ed ecco che infatti al 15’ arriva l’occasionissima per l’Orvietana, Bracaletti mette palla sotto porta dove Tomassini di testa arriva e manda la sfera a colpire la parte interna della traversa, ma senza entrare in rete. La dea bendata non è dalla parte dell’Orvietana.

Ma il pericolo scampato risveglia l’Ostia al 28’ col neo entrato Monni, che batte un corner direttamente in porta, ma è attento Bracaj. Poco dopo proteste locali per l’uscita del portiere biancorosso su Roberti, ma l’arbitro, vicino all’azione, lascia correre.

La gara si sviluppa più sul piano fisico e ne fa le spese Guinazu che si becca il secondo giallo per un fallo a centrocampo e lascia in 10 l’Orvietana, si fa ancora più dura quindi per i biancorossi. Tanto che i padroni di casa su una ripartenza colpiscono la traversa con Monni.

Ma l’Orvietana non si arrende e Suhs, di testa da calcio d’angolo, sfiora il pareggio. Palla alta di poco.

Ormai gli schemi sono saltati e sulla successiva azione ancora Monni sbaglia un gol fatto su suggerimento che proveniva dal lato opposto. Si arriva così al recupero che regala almeno l’illusione del pareggio: malgrado inferiorità numerica, i biancorossi guadagnano un angolo, sugli sviluppi la palla rimbalza in una mischia e  arriva a Tomassini che la scaraventa in rete, ma l’assistente alza la bandierina annullando il gol tra le proteste.

Finisce con un’altra sconfitta per l’Orvietana, anche se di natura differente rispetto a quella con l’Arezzo, ma che lascia lo stesso l’amaro in bocca per i colori biancorossi. Domenica prossima al Muzi arriverà il Tau Altopascio, altra neopromossa.