post

Finisce senza reti contro lo Spoleto

Orvietana al quinto posto insieme al Sansepolcro

Finisce come all’andata, senza vincitori né vinti e senza gol. Lo Spoleto è stato pericoloso nel primo tempo quando Beccaceci ha salvato l’Orvietana per due volte, mentre la squadra di casa è andata vicina al gol nella ripresa, anche a pochi minuti dal novantesimo.

Fiorucci, senza Dida squalificato, parte con il 4-3-3, davanti a Beccaceci operano Paletta, De Vitis, Annibaldi e Simoncini, a centrocampo ci sono Colangelo, Bernardini e Bertino, con Keita, Danieli e Locchi in attacco. Gagliarducci recupera i due terzini sottoqouta e schiera l’ex Mortaroli in attacco.

La prima occasione è per l’Orvietana, Keita viene lanciato e percorre palla al piede oltre mezzo campo, entra in area dal lato corto, supera un avversario, ma la sua conclusione è ben parata da Palanca. La gara ha altri momenti di vivacità a metà tempo, quando a fronte di qualche ripartenza dell’Orvietana, ma senza esiti, lo Spoleto si vede sventare per due volte il vantaggio dal portiere dell’Orvietana. Nel primo caso i biancorossi di casa si erano fermati per l’intervento su Colangelo, rimasto a terra, ma un rimpallo aveva favorito Luparini che vola via, arriva in area, dove Beccaceci esce lo affronta in una sorta di uno contro uno e ne esce vittorioso. Il giovane portiere di casa deve fare ancora gli straordinari pochi minuti dopo: scambio Marinaro per Priorelli che entra in area, riappoggia dietro per lo stesso numero 4 ospite che prova la botta dalla distanza. Lo splendido scatto in tuffo di Beccaceci salva ancora l’Orvietana. La gara poi perde un po’ di ritmo e il tempo si chiude con una sola nota di cronaca: il tiro Colangelo, da oltre i 20 metri, che non sorprende Palanca.

Il primo quarto d’ora della ripresa passa senza emozioni, quindi si fa di nuovo pericoloso lo Spoleto, quando Coppola scende sulla sinistra e mette palla in area verso Priorelli, la cui conclusione al volo non inquadra i pali. Fiorucci allora inserisce un’altra punta, Chiumarulo, per Colangelo. Risponde Gagliarducci che manda in campo Veneroso per Mortaroli. Dalla seconda metà della ripresa cambia il vento: per 4 volte l’Orvietana va vicina al vantaggio, tutte occasioni nate da calci piazzati di Bertino. Il colpo di testa di De Vitis, da corner, esce di un niente, un altro corner di Bertino porta ancora De Vitis a intervenire in area, col pallone che arriva poi sulla testa di Keita, la traiettoria stavolta sembra vincente, ma un difensore dello Spoleto salva sulla linea a Palanca battuto. Dopo i due calci d’angolo, sono due punizioni da tre quarti campo, sempre di Bertino, a creare scompiglio in area ospite: prima il colpo di testa di Cotigni, va a lato quindi, al minuto 43, un altro colpo di testa, di Annibaldi, a pochi metri dalla linea di porta, sfiora nuovamente il palo. I quattro minuti e mezzo di recupero non registrano altri episodi di cronaca e le squadre si dividono la posta.

Domenica prossima l’Orvietana sarà di nuovo impegnata in casa contro l’Assisi Subasio.

Queste le parole di Silvano Fiorucci nel dopo gara:

“Eravamo partiti meglio noi, poi non so perché ci siamo abbassati e lo Spoleto ha avuto buone occasioni nel primo tempo, nella ripresa le occasioni, anche clamorose, le abbiamo avute noi, si poteva anche vincere, ma può andar bene anche il pareggio. Dopo la sosta natalizia stiamo sempre a combattere con infortuni, influenze e acciacchi vari che non ci fanno lavorare al completo durante la settimana, in un campionato così equilibrato è un aspetto che rischia di pesare. Andiamo avanti di partita in partita, il primo obiettivo è fare più punti dello scorso anno, cioè 38, poi, se lo raggiungeremo in fretta, guarderemo bene la classifica e cercheremo un nuovo obiettivo”.

ORVIETANA – SPOLETO 0-0

ORVIETANA (4-3-3): Beccaceci; Paletta, De Vitis, Annibaldi, Simoncini (43’st Bianco); Colangelo (20’st Chiumarulo), Bernardini, Bertino; Keita, Danieli (47’st Idromela), Locchi (31’st Cotigni). A disp.: Kikkri, Lanzi, Sulimani, Matuzalem, Perquoti. All.: Fiorucci.

SPOLETO (4-2-3-1): Palanca; Coppola, Tommaselli, Scipioni, Labonia; Marinaro (11’st Guatieri), Lira Ferreira; Mortaroli (21’st Veneroso), Di Patrizi (23’st Muhmmed), Priorelli; Luparini (31’st Missaglia). A disp.: Migni, Nita, Menegat, Brace, Mechetti. All.: Gagliarducci.

ARBITRO: Agrò di Terni (Cardinali di Perugia – Bizzarri di Perugia).

NOTE: ammoniti: Paletta, Cotigni (O), Labonia (S); angoli: 3-5. Recupero: pt: 1‘; st: 4‘.

CLASSIFICA: Spoleto e Narnese 37; Tiferno 35; Nestor 33; Orvietana e V.A. Sansepolcro 31; Lama 29; Pontevalleceppi e Trasimeno 28; Ducato 27; Castel del Piano 25; Assisi Subasio e San Sisto 24; Angelana 23; Gualdo Casacastalda 10; Ellera 8.

PROSSIMO TURNO: Orvietana – Assisi Subasio.

post

Giovanili: bene Juniores e Giovanissimi, stop per gli Allievi

Oramai il commento sul campionato Juniores A1 rischia di essere ripetitivo: le prime due continuano a vincere, fanno campionato a sé e ogni settimana, seppur in condizioni sempre differenti, è una lotta per trovare i punti che consentano di tenere aperta la contesa. I ragazzi di Fatone devono combattere a Santa Maria degli Angeli, ma alla fine portano a casa un meritato successo ottenuto con tecnica e grinta, vanno in gol Marsili e Fattorini su rigore. Sabato prossimo altra trasferta contro il Campitello.

Sconfitta che pesa per gli Allievi che avevano chiuso il primo tempo in parità sul campo della Narnese, grazie alla rete di Baci. Ma nel secondo tempo i due gol subiti riportano la stessa Narnese a meno due dall’Orvietana, lasciando aperta la lotta salvezza. Prossimo turno: in casa contro l’Angelana.

Pronto riscatto dei Giovanissimi Under 15 che ne rifilano 6 al Fulginium e si riportano sotto, ora il terzo posto dista 5 punti. La prossima trasferta sul campo della seconda in classifica Accademia Calcio Terni potrebbe essere l’occasione buona per ridurre ulteriormente le distanze dal vertice della classifica.

Chiudono il girone d’andata in testa alla classifica gli Under 14, a parimerito con la Ternana, visto il pareggio esterno per 2-2 ad Amelia contro la terza in classifica. Il doppio vantaggio grazie alle reti di Pelliccia e Mammanco non è bastato per portare a casa l’intera posta, ma il campionato dei giovani guidati da Stefano Silvi resta di primissimo livello. Prossimo incontro sul campo della Real Ducato Spoleto.

Ecco nei dettagli risultati, classifiche e prossimi turni:

 

Under 19 A1, 20° giornata: ANGELANA – ORVIETANA 1-2

Marcatori per l’Orvietana: Marsili, Fattorini (rig.).

Classifica: V. A. Sansepolcro 49; Orvietana 47; Narnese 34; Campitello 33; Nestor e Petrignano 32; Ol. Thyrus San Valentino 31; Fontanelle 29; Ducato Spoleto 26; Pontevecchio 25; Angelana e San Sisto 23; Baldaccio Bruni e Gualdo Casacastalda 19; Castel del Piano 16; Casa del Diavolo 13.

Prossimo turno: Campitello – Orvietana.

Under 17 A1, 18° giornata: NARNESE – ORVIETANA 3-1

Marcatori per l’Orvietana: Baci.

Classifica: Campitello 46; San Sisto 40; Angelana 39; Foligno 37; Cannara 36; Va Sansepolcro* 32; Bastia 31; Terni Est 22; Sf Cast. del Lago* 19; Castel del Piano  17; Orvietana 16; Narnese 14; Atletico Gubbio 8; Valdichiana Umbra 0.

*una partita in meno.

Prossimo turno: Orvietana – Angelana.

Under 15 A2 gir. B, 18° giornata: ORVIETANA – FULGINIUM 6-1

Marcatori per l’Orvietana: Moracci (2), Zappone, Di Leo, Di Marzio, Ramunno.

Classifica: Vigor Nuova Gualdo Bastardo 44; Accademia Calcio Terni 40; Julia Spello 37; Nestor 35; Orvietana 32; Olympia Thyrus San Valentino, Bastia e Petrignano 30; Olimpia Collepepe Pantalla 29; Amerina 23; Fulginium 14; Giovanili Todi 11; PSG Bosico e Giov. Deruta San Nicolò 1.

Prossimo turno: Accademia Calcio Terni – Orvietana.

Under 14 gir. C, 13° giornata: AMERINA – ORVIETANA 2-2

Marcatori per l’Orvietana: Pelliccia, Mammanco.

Classifica: Orvietana e Ternana 31; Amerina 28; Polisportiva Ternana* 25; Orvieto Fc 20; Ducato Spoleto* 19; Giovanili Todi ** 18; Nestor 17; Olympia Thyrus S. Valentino* e Narnese* 14; Real Ducato Spoleto 12; Olimpia Collepepe Pantalla 11; Sangemini Sport 9; Campomaggio Collescipoli** 0.

*una partita in meno.

* una partita in meno; **1 punto di penalizzazione.

Prossimo turno: Real Ducato Spoleto – Orvietana.

post

27° Torneo Giovanile “Mario Frustalupi”: al via le iscrizioni

Il torneo si svolgerà dal 01 Maggio al 07 Giugno presso l’Antistadio (campo in erba sintetico) del Luigi Muzi di Ciconia.

Il Torneo si pone come obiettivo quello di programmare l’attività relativa alla stagione sportiva 2020/2021, a questo scopo potranno essere utilizzati n.3 prestiti per tutte le categorie che vengono qua di seguito elencate:

JUNIORES  B  01/01/2002-31/12/2003

ALLIEVI   U.16  01/01/2004-31/12/2005

GIOVANISSIMI U.14 01/01/2006-31/12/2006

ESORDIENTI ANNO  2008  01/01/2008-31/12/2008

PULCINI ANNO  2009

PRIMI CALCI      2010

PRIMI CALCI      2011

PRIMI CALCI      2012

Le gare eliminatorie dell’anno 2012 si svolgeranno il 01/05/2020 (unica giornata), dell’anno 2011 si svolgeranno il 03/05/2020 (unica giornata), dell’anno 2010 si svolgeranno il 10/05/2020 (unica giornata), dell’anno 2009 si svolgeranno il 24/05/2020 (unica giornata).

Le semifinali e finali dei pulcini si svolgeranno in data 07/06/2020

Il regolamento del Torneo verrà redatto e spedito alle società aderenti.

Qua sotto il modulo di adesione da compilare che dovrà pervenire entro e non oltre il 31/03/2020: 

LETTERA invito frustalupi 2020 (1)

post

Il programma del fine settimana: al Muzi il big match con la capolista Spoleto

Match di cartello per la prima squadra. Giovanili: tutte le sfide del settore agonistico.

La vittoria di domenica scorsa a Santa Maria degli Angeli ha fatto salire la squadra di Fiorucci al 4° posto in classifica (condiviso con Sansepolcro e Nestor) a -6 dalla vetta e il calendario ora porta ad Orvieto proprio una delle due capolista: lo Spoleto. Sarà una gara che, visti anche gli altri scontri di giornata, ridisegnerà la vetta della graduatoria del massimo campionato umbro: appuntamento domenica 2 febbraio alle 14.30 allo stadio Luigi Muzi di Ciconia.

Il settore giovanile agonistico prevede una sola gara interna, quella dei Giovanissimi Under 15 che ospitano il Fulginium per cercare il pronto riscatto verso le zona alte della classifica. Trasferta per la Juniores Under 19 che giocherà sul campo dell’Angelana, con l’obiettivo di rimanere incollati alla vetta del campionato. Gara di alta importanza per gli Allievi Under 17: a Narni si giocano la possibilità di continuare con tranquillità la stagione. Mentre la squadra dei Giovanissimi Under 14, capolista del campionato, sarà impegnata ad Amelia contro la terza in classifica: altro match tutto da seguire.

Questo il programma nel dettaglio con date e orari:

Eccellenza, 20° giornata: domenica 2 febbraio ore 14.30.

Orvietana – Spoleto.

Juniores Under 19, Serie A1, 20° giornata: sabato 1 febbraio ore 14.45

Angelana – Orvietana.

Allievi Under 17, Serie A1, 18° giornata: domenica 2 febbraio ore 10.30.

Narnese – Orvietana.

Giovanissimi Under 15, Serie A2 – girone B, 18° giornata: domenica 2 febbraio ore 10.45.

Orvietana – Fulginium.

Giovanissimi Under 14 – girone C, 13° giornata: sabato 1 febbraio ore 15.00.

Amerina – Orvietana.

post

L’intervista della settimana: Alessandro De Vitis

Centrale difensivo classe 94, svetta con il suo metro e 92 centimetri, toscano di Poggibonsi. Diverse esperienze in Serie D con Colligiana, Poggibonsi, Lentigione, Fortis Juventus. Con la maglia della squadra della sua città anche presenze in Serie C nella stagione 2013/14.

Arrivato ad Orvieto a fine agosto, a parte una gara saltata per squalifica, sei stato sempre presente in campionato. A quanto pare ti sei trovato subito bene, anche se non conoscevi i nuovi compagni.

“Non mi sarei aspettato di finire a giocare fuori dalla Toscana, ma poi arrivò la chiamata di Severino Capretti, leggendo i nomi in squadra e conoscendo il curriculum di Fiorucci non si poteva dire di no. Con i compagni di difesa mi trovo bene, non c’è una vera gerarchia, per esempio con Marco Annibaldi viviamo insieme durante la settimana e ormai basta uno sguardo in campo per capirci. Spero di continuare a giocare con continuità, ultimamente abbiamo subito qualche gol di troppo, vorrei che la nostra difesa tornasse, come lo era fino a qualche settimana fa, la migliore del campionato”.

Quale gara ti è rimasta più impressa? L’andata con la Nestor quando hai segnato, la vittoria interna contro la Tiferno… e quale invece ti ha lasciato più rimpianti?

“La sconfitta a Narni mi ha lasciato sia rimpianti che impressioni positive e voglia di rivalsa. E’ stata una delle nostre migliori partite, poi purtroppo finita male, ma ci ha fatto capire come dobbiamo lavorare e ci dà ancora stimoli per migliorare. Il campionato è equilibrato, bisogna procedere a testa bassa, senza mollare mai la presa”.

E’ arrivata finalmente la prima vittoria esterna con una prova convincente sia sotto il profilo tecnico che di concentrazione. Ormai l’obiettivo è restare almeno tra le prime cinque.

“L’obiettivo è fare più punti dello scorso anno, poi vedremo cosa avremo ottenuto. Avevamo avuto diverse volte la sensazione di poter vincere in trasferta, ad esempio ad Assisi, a Pontevalleceppi e a Lama, ora che la abbiamo ottenuta speriamo di esserci sbloccati. Durante tutta la stagione non ci ha mai messo sotto nessun avversario, forse solo a Sansepolcro abbiamo sofferto più del dovuto, ma siamo riusciti ad ottenere un ottimo pareggio anche in quell’occasione, ora i punti si faranno più pesanti ma ci sentiamo pronti alle prossime sfide”.

Raccontaci qualcosa di te fuori dal campo, riesci a coniugare il calcio con gli studi all’Università a Siena, insomma meriti di essere conosciuto anche quando non indossi la maglia da difensore.

“Sono una persona tranquilla, che si rende conto che il calcio non ti può dare da mangiare, ho ottenuto la laurea triennale in Storia e Filosofia a Siena e sto continuando a studiare per la Magistrale. So che i calciatori che studiano non sono molti, soprattutto in questo tipo di Facoltà umanistiche, ma riesco, non senza qualche sacrificio, a portare avanti tutti gli impegni. Studio soprattutto la mattina, per fortuna nella casa dove alloggio con gli altri compagni di squadra, fino alle 11 c’è abbastanza silenzio!”.

E un personaggio con queste caratteristiche come si integra in un gruppo così variegato, ma anche così unito, come quello dello spogliatoio dell’Orvietana?

“Siamo un gruppo molto variegato, con personalità in qualche caso anche agli estremi, ma è la nostra forza. Forse manca una figura molto esperta e matura in campo che faccia da riferimento, ma alla fine può essere anche un aspetto positivo, perché così nessuno ha l’alibi di scaricare le proprie responsabilità su qualcun altro, anzi tutti si assumono le proprie a partire anche dai più giovani”.

Domenica arriva ad Orvieto la capolista Spoleto, i punti si fanno sempre più pesanti, una gara che regala anche stimoli.

“Sarà una gara molto importante, che potrebbe anche ridisegnare la classifica. E’ un primo vero esame, un banco di prova sia per noi che per loro, ma fino alla fine ci aspettano tutte gare difficili, indipendentemente dalla posizione in classifica dell’avversario”.

post

Riscatto Orvietana: arriva il primo successo esterno

Dida e Chiumarulo segnano le reti del 2-1 al termine di una gara ben giocata.

Si ringrazia Daniele Milletti

Dopo la prima sconfitta interna in campionato, arriva il primo successo esterno. L’Orvietana si presenta a Santa Maria degli Angeli recuperando Annibaldi che si posiziona al centro della difesa insieme a De Vitis, con Paletta e Bianco sugli esterni. A centrocampo ci sono Bernardini, Dida e Locchi, Bertino opera da trequartista dietro a Keita e Danieli. Si mette a specchio l’Angelana.

Il primo tempo è quasi un monologo dell’Orvietana che trova presto il vantaggio: non è nemmeno il quarto d’ora quando da angolo di Bertino, Dida di testa stacca più alto di tutti e supera Mazzoni. Una disattenzione però costa cara ai biancorossi: a metà primo tempo un cross rasoterra di Bartolini, finisce troppo facilmente in area e viene controllato da Dida, rimpallo che porta il pallone sul braccio giudicato largo dall’arbitro che assegna il rigore, dal dischetto Passeri porta il risultato in parità.

Il gol subito non impaurisce l’Orvietana che gioca bene e riesce a prevalere nella zona mediana del campo, tanto che i giocatori di Fiorucci riescono più volte a servire i compagni in area e l’estremo difensore di casa deve fare gli straordinari su Danieli, Bertino e anche su Locchi. Poco dopo la mezz’ora pure Bernardini sfiora la marcatura al termine di una bella azione manovrata col pallone che gli giunge dopo uno scambio tra Locchi e Keita. L’unico tiro in porta dell’Angelana arriva pochi minuti prima dell’intervallo, ma sulla pericolosa conclusione di Morlandi, Beccaceci è attento.

Nella ripresa Fiorucci inserisce Simoncini per Bianco e Colangelo per Dida, ma non cambia lo schema tattico dei biancorossi. Per l’Angelana entrano invece l’ex Marchi e Confessore al posto di Barbacci e Morlandi. La gara potrebbe cambiare a metà secondo tempo quando De Vitis, salito dalla difesa, colpisce di testa da distanza ravvicinata, raccogliendo un calcio di punizione, ma non trova la mira. L’Orvietana si fa più intraprendente, Fiorucci manda un messaggio chiaro inserendo Chiumarulo per Locchi e l’attaccante ripaga la scelta con il gol di testa, appena entrato, sfruttando al meglio il classico cross dalla destra di Paletta.

L’Angelana non ci sta e prova a mettere pressione all’Orvietana, entra anche Idromela per Bertino. Ma i biancorossi restano ordinati e finalmente trovano il primo successo esterno in campionato che consente alla squadra di Fiorucci di restare in piena lotta per i playoff, in una classifica che si fa sempre più corta vista la terza sconfitta consecutiva del Sansepolcro e la terza vittoria di fila della Nestor e domenica al Muzi arriverà la capolista Spoleto.

Queste le parole di Silvano Fiorucci al termine della gara:

“Giornata positiva sotto tutti i punti di vista, ottenuti tre punti importanti giocando bene e stando sempre sul pezzo, anche nei momenti di sofferenza contro una squadra che ha combattuto perché bisognosa di punti. Abbiamo recuperato gli infortunati, abbiamo anche potuto mettere minuti sulle gambe di Simoncini, Idromela e Colangelo. Il nostro è un calcio molto dispendioso, richiede sacrificio e sofferenza, per questo ripeto che non possiamo sempre permetterci tanti attaccanti in campo per 90 minuti. Chiumarulo è entrato al momento giusto e ha segnato, ma mi è piaciuto anche per come ha saputo soffrire e dare una mano nel finale quando loro le hanno provate tutte per pareggiare. Abbiamo giocato un gran primo tempo, siamo stati tante volte in area e credo quindi che abbiamo meritato di vincere. Questo è un campionato strano, la prima pareggia con l’ultima, le favorite stentano, la classifica è corta e io finché non avremo fatto un punto più dello scorso anno continuerò a guardare anche dietro, non solo davanti”.

ANGELANA – ORVIETANA 1-2

ANGELANA (4-3-1-2): Mazzoni; Bazzucchi (46’st Cammerieri), Marani, Nanni, Flavioni; Bartolini, Gambini, Stucchi; Barbacci (27’st Marchi); Morlandi (14’st Confessore), Passeri. A disp.: Faritti, Ceccarelli, Berardi, Konan, Cirocchi, De Santis. All.: Sandreani.

ORVIETANA (4-3-1-2): Beccaceci; Paletta, Annibaldi, De Vitis, Bianco (14’st Simoncini); Bernardini, Dida (14’st Colangelo), Locchi (33’st Chiumarulo); Bertino (39’st Idromela); Danieli, Keita. A disp.: Kikkri, Lanzi, Sulimani, Matuzalem, Perquoti. All.: Fiorucci.

ARBITRO: Aloi di Gubbio (Luppo di Perugia – Caravella di Perugia)

MARCATORI: 14’pt Dida (O), 21’pt Passeri rig. (A), 34’st Chiumarulo (O).

NOTE: Ammoniti: Flavioni, Gambini, Bartolini (A); Bianco, Bernardini, Dida (O). Angoli 6-4 per l’Orvietana. Recupero: pt: 0’; st: 5’.

 

CLASSIFICA: Spoleto e Narnese 36; Tiferno 34; Orvietana, V.A. Sansepolcro e Nestor 30; Trasimeno 27; Lama 28; Pontevalleceppi 27; Castel del Piano 25; Ducato 24; Angelana 23; Assisi Subasio e San Sisto 21; Gualdo Casacastalda 10; Ellera 8.

PROSSIMO TURNO: Orvietana – Spoleto

post

Settore Giovanile: punti importanti per Juniores, Allievi e Under 14, sconfitta l’U15

Partite ricche di emozioni per il settore giovanile biancorosso nel weekend appena trascorso.

La Juniores riesce a vincere con un punteggio netto, contro un San Sisto in lotta nelle parti basse della classifica, le doppiette di Marsili e Matuzalem e il gol di Samuele Cruciani lasciano tutto invariato per la lotta in testa alla classifica: biancorossi sempre a due punti dal Sansepolcro e dietro il vuoto: la terza è addirittura a meno 12. Sabato prossimo trasferta sul campo dell’Angelana.

Arriva un punto d’oro in ottica salvezza per gli Allievi che avevano chiuso il primo tempo sotto 0-3 in casa contro il Cannara, accorciano le distanze grazie ai gol di Iacuzio poi nei minuti finali di Lucchi. Nei minuti di recupero tornano sotto di due gol, per poi pareggiare clamorosamente all’ultimo respiro con le reti di Fringuello e Sbarra. Ora i punti di vantaggio sulla terz’ultima salgono a 5 e domenica prossima si va proprio a Narni a sfidarla, con l’obiettivo di conquistare zone di classifica definitivamente tranquille.

Non va bene invece la trasferta dei Giovanissimi Under 15 sul campo della capolista Vigor Nuova Gualdo Bastardo, che prevale per 2-0. L’Orvietana viene così raggiunta al quinto posto da altre due squadre, ma l’obiettivo di poter continuare a guardare alle zone che contano della classifica resta, la prossima gara casalinga contro la Fulginium potrebbe essere l’occasione del pronto riscatto.

A gonfie vele invece l’Under 14 (nella foto) che, dopo aver vinto nel recupero, bissa il successo contro la Narnese. Ospiti due volte in vantaggio, sempre recuperati e alla fine sorpassati. La squadra guidata da Stefano Silvi, in gol con Baiocco, Cerquitelli (doppietta) e Di Marzio, è ora in testa alla classifica da sola e la settimana prossima altra super sfida contro l’Amerina, terza a meno 3 dai biancorossi.

Ecco nei dettagli risultati, classifiche e prossimi turni:

 

Under 19 A1, 19° giornata: ORVIETANA – SAN SISTO 5-1. Marcatori per l’Orvietana: Marsili (2), Matuzalem (2), S. Cruciani. Classifica: V. A. Sansepolcro 46; Orvietana 44; Nestor e Petrignano 32; Narnese* 31; Campitello 30; Ol. Thyrus San Valentino e Fontanelle 28; Pontevecchio 25; Ducato Spoleto* e Angelana 23; San Sisto 20; Baldaccio Bruni 19; Gualdo Casacastalda 16; Castel del Piano 15; Casa del Diavolo 13. Prossimo turno: Angelana – Orvietana.

Under 17 A1, 17° giornata: ORVIETANA – CANNARA 4-4. Marcatori per l’Orvietana: Iacuzio, Lucchi, Fringuello, Sbarra. Classifica: Campitello 43; Foligno 37; San Sisto* e Angelana 36; Cannara 33; Va Sansepolcro 32; Bastia 28; Terni Est 22; Sf Cast. del Lago 19; Castel del Piano  17; Orvietana 16; Narnese 11; Atletico Gubbio* 7; Valdichiana Umbra 0. *una partita in meno. Prossimo turno: Narnese – Orvietana.

Under 15 A2 gir. B, 17° giornata: VIGOR NUOVA GUALDO BASTARDO – ORVIETANA 2-0. Classifica: Vigor Nuova Gualdo Bastardo 41; Accademia Calcio Terni 37; Nestor 35; Julia Spello* 33; Orvietana, Olympia Thyrus San Valentino e Bastia 29; Olimpia Collepepe Pantalla* 28; Petrignano 27; Amerina 20; Fulginium 14; Giovanili Todi 11; PSG Bosico e Giov. Deruta San Nicolò 1. *una partita in meno. Prossimo turno: Orvietana – Fulginium.

Under 14 gir. C, 12° giornata: ORVIETANA – NARNESE 4-2. Marcatori per l’Orvietana: Baiocco, Cerquitelli (2), Di Marzio. Classifica: Orvietana 30; Ternana 28; Amerina 27; Polisportiva Ternana 25; Orvieto Fc 20; Ducato Spoleto 19; Nestor 17; Olympia Thyrus S. Valentino e Narnese 14; Giovanili Todi* / ** e Real Ducato Spoleto 12; Sangemini Sport 9; Olimpia Collepepe Pantalla 8; Campomaggio Collescipoli* 1. *una partita in meno. **1 punto di penalizzazione. Prossimo turno: Amerina – Orvietana.

post

Il programma del fine settimana

Giocano in casa Juniores, Allievi e Under 14; prima squadra a Santa Maria degli Angeli.

Weekend a tutto regime per le formazioni agonistiche biancorosse. I primi appuntamenti arrivano di sabato pomeriggio quando alle 14.45 all’antistadio Achilli scenderà in campo la Juniores Under 19 che lotta per il primato nel massimo campionato umbro: avversario sarà il San Sisto. Sempre sabato ma alle 15.30, sul campo di Castiglione in Teverina, sarà la volta degli Under 14 freschi del primato in solitaria in classifica, ottenuto dopo il recupero di lunedì scorso; per difendere la vetta della classifica ci sarà da affrontare la Narnese. Domenica mattina tocca agli Allievi Under 17 che giocano in casa contro il Cannara alle 10.45, in perfetta concomitanza con la trasferta dei Giovanissimi Under 15 che giocano sul campo della capolista Nuova Vigor Gualdo Bastardo. A chiudere il programma sarà come di consueto la prima squadra nel campionato di Eccellenza, domenica alle 14.30 è prevista la trasferta contro l’Angelana, l’obiettivo è fare punti per la zona playoff.

Questo il programma nel dettaglio con date e orari:

Eccellenza, 19° giornata: domenica 26 gennaio ore 14.30. Angelana – Orvietana.

Juniores Under 19, Serie A1, 19° giornata: sabato 25 gennaio ore 14.45. Orvietana – San Sisto.

Allievi Under 17, Serie A1, 17° giornata: domenica 26 gennaio ore 10.30. Orvietana – Cannara.

Giovanissimi Under 15, Serie A2 – girone B, 17° giornata: domenica 26 gennaio ore 10.30. Nuova Vigor Gualdo Bastardo – Orvietana.

Giovanissimi Under 14 – girone C, 12° giornata: sabato 25 gennaio ore 15.30. Orvietana – Narnese.

post

L’intervista della settimana: Antonello Bertino

E’ la volta di ascoltare le parole di uno degli ultimi acquisti del mercato di dicembre.

Antonello Bertino 30 anni ex Pomezia, esterno d’attacco tanto cercato dallo staff tecnico durante la finestra di mercato invernale, è sempre stato protagonista in campo da quando è arrivato a Orvieto.

Anzitutto che impressione ti sei fatto della squadra e della società dove sei venuto a giocare?

Mi sono trovato in una società che non ti fa mancare nulla, con un organizzazione di primo livello per queste categorie, la squadra poi è molto valida. Sono qua da poco tempo ma già ti dico che potremmo fare ancora meglio di quanto stiamo facendo, che già comunque è buono. Mi sono integrato velocemente perché è un gruppo formato da tutti bravi ragazzi, molto uniti tra loro. Conoscevo solo Danieli, che ho affrontato tante volte come avversario, ma sono rimasto felicemente sorpreso delle qualità tecniche praticamente di tutti i compagni”.

Il ruolo di esterno alto nel 4-3-3 è quello che ti calza meglio a pennello o preferisci anche altre sistemazioni tattiche?

“In questi 15 anni di carriera il mio ruolo è stato prevalentemente quello di esterno, ma ho avuto esperienze anche come mezza punta, mezz’ala e, come avete visto domenica scorsa, anche come trequartista”.

Sempre presente da quando sei arrivato: una vittoria sofferta con il San Sisto, un’altra in rimonta con il Castel del Piano poi queste due ultime partite, che hanno fruttato un solo punto e non pochi rimpianti, che sensazioni hai avuto da queste gare?

“In effetti per ora sono in saldo positivo, visto che qua ad Orvieto ho fatto 2 vittorie, 1 pari e 1 sconfitta, ma come dicevo prima questa squadra può fare di più. Ho rimpianti soprattutto per il pareggio di Lama, abbiamo buttato via 2 punti. Domenica poi abbiamo subito un gol allo scadere, dopo aver preso un palo sullo 0-0 e aver fallito una grande occasione sull’1-1, fossimo andati in vantaggio sarebbe stata un’altra storia, ma il calcio è così: vince chi la butta dentro non chi ci va vicino”.

Sembra proprio che ogni domenica basti un piccolo dettaglio o una minima distrazione e il risultato può cambiare da positivo a negativo o viceversa, l’obiettivo quindi è tenere alta la concentrazione, cosa che è richiesta soprattutto a voi giocatori più esperti.

“Serve una crescita mentale veloce, perché tecnicamente e fisicamente ci siamo alla grande, ma la mentalità si fa fatica ad allenarla. Magari sono gli stimoli a fartela crescere e devo dire che non mancano, anche se poi ognuno li rielabora a modo suo”.

Anche se sei tra gli ultimi arrivati in ordine di tempo, te la senti di diventare uno dei leader in campo, che possa fare da guida soprattutto ai più giovani?

“Per forza, sono il più anziano! O meglio il più anziano dopo Danieli, ma appena per un anno. Comunque per mia indole questo è un aspetto che mi appartiene. Il fatto che sia arrivato da poco non è un problema perché, come già ti ho detto, questo è un gruppo formato da bravi ragazzi che accettano tranquillamente i consigli, un aspetto non sempre scontato”.

Sei fresco del primo gol in campionato, purtroppo non ha fruttato punti, ma tu i gol li hai sempre fatti, te la senti di promettere una cifra?

“Una scommessa con qualche compagno già la ho fatta, ma la tengo per me, comunque sono quasi sempre andato in doppia cifra, qui sono arrivato a metà stagione, dovrò fare bene i calcoli!”.

Domenica si affronta l’Angelana, fino a poche settimane fa terza in classifica e ora quasi in zona pericolosa, a conferma dell’equilibrio del campionato, con che spirito si affronterà questa trasferta?

“Prepariamo sempre molto bene le gare con il mister e tutto lo staff, i miei compagni conoscono bene gli avversari che andremo ad affrontare. Chiaro che dopo una sconfitta ci sta molta voglia di rivalsa e vogliamo solo vincere, anche perché c’è da cancellare quello zero nella casella dei successi esterni, dopo aver cancellato, nostro malgrado, quello delle sconfitte in casa. Dobbiamo rimanere aggrappati alla zona playoff, per come la vedo io se una squadra è quinta in classifica deve guardare a quelle davanti, non dietro”.

post

Stavolta i minuti finali puniscono l’Orvietana

Arriva la prima sconfitta interna, una disattenzione al 93’ costa il ko. Biancorossi raggiunti al 5° posto dalla Nestor.

Il Muzi era rimasto l’ultimo campo imbattuto dell’Eccellenza e la Nestor è riuscita a violarlo al termine di una partita sempre aperta e incerta nel punteggio.

Nemmeno il tempo di registrare gli assetti tattici e l’Orvietana va già vicino al gol dopo 3 minuti, azione che si sviluppa sulla destra, la conclusione di potenza di Danieli dalla distanza supera Bagnetti, ma si stampa sul palo. Un episodio pesante che avrebbe potuto cambiare tutta la storia della partita.

Fiorucci deve fare meno di Annibaldi e Simoncini e decide di partire con le due punte. Conferma Lanzi centrale, fa tornare Bianco a sinistra schierando così tutti i sottoquota nel reparto arretrato, portiere compreso. A centrocampo operano Bernardini, Dida e Locchi, con Bertino dietro le due punte Danieli e Chiumarulo. Di fronte una Nestor che si schiera con il centrocampo a rombo e Donati – Faraghini come coppia di attacco.

Malgrado il rischio corso per il palo di Danieli, la Nestor riesce a venir fuori e a farsi vedere nella metà campo avversaria, ma senza azzeccare mai l’ultimo passaggio, allora è di nuovo l’Orvietana a incunearsi in area quando Bertino riesce a mettere un pallone invitante sottoporta per Danieli, esce però Bagnetti e salva tutto. La Nestor si fa vedere alla mezz’ora, con l’Orvietana che protesta per un probabile fallo su Paletta rimasto a terra, il gioco si sposta sul lato opposto dove Faraghini, da buona posizione, colpisce la schiena di un compagno di squadra che evita che il pallone finisca nello specchio e annulla anche l’azione visto che quest’ultimo giocatore era in fuorigioco. Poco dopo la Nestor deve rinunciare per infortunio a Luca Ciurnelli, al suo posto Scappini.

Nei minuti finali del primo tempo succede di tutto. Prima, da corner, si vedono cadere in area De Vitis e un avversario, con l’arbitro che fa proseguire tra le proteste di chi voleva il rigore e chi la punizione (nella foto il momento del contatto). Il direttore di gara, all’esordio assoluto in questa categoria, è stato forse tradito forse dall’emozione, sta di fatto che non si è dimostrato all’altezza: troppi errori, magari non determinanti per il risultato a parte questo episodio, e direzione di gara piuttosto confusa.

Arrivano quindi i gol prima dell’intervallo: una progressione di Nofri Onofri porta il numero due ospite a crossare in area dove si vedono anche in questa occasione due giocatori a terra, ne approfitta l’ex Marco Donati che trova una mezza girata al volo che supera Beccaceci. Ma la gioia degli ospiti dura nemmeno tre minuti, nel recupero del primo tempo l’Orvietana rimette tutto in parità: stavolta è l’altro numero due, Paletta che dà il via all’azione del gol. Pallone che arriva sul secondo palo dove Bertino non si fa sfuggire la possibilità di segnare il suo primo gol in maglia Orvietana.

La ripresa comincia come era iniziato il primo tempo, con un’altra occasionissima per l’Orvietana: Locchi doma un pallone al limite, entra in area e trova un diagonale sul quale riesce ad arrivare Bagnetti, sulla ribattuta Chiumarulo, non ha il tempo giusto per ribadire in rete. Ma la gara è aperta e poco dopo a sfiorare il gol è la Nestor: ennesima azione sulla fascia destra e controcross sul secondo palo, dove Donati colpisce di testa, Beccaceci è superato, ma Lanzi salva sulla linea. L’Orvietana spinge, al 13’ Chiumarulo prova l’acrobazia in rovesciata dal limite dell’area, controlla sena problemi Bagnetti, quindi i biancorossi sprecano una ghiotta ripartenza: Bertino trasforma l’azione da difensiva ad offensiva, lancia Bernardini, arrivano le punte in area, Bernardini serve Paletta sul lato opposto e l’esterno la conclusione, ma sbaglia la mira, con Chiumarulo e Danieli che chiedevano palla a centroarea.

Arrivano i cambi, Fiorucci toglie prima Chiumarulo, per Colangelo, quindi Bernardini per Idromela e infine Locchi per Perquoti. Ma ora l’Orvietana sembra soffrire a centrocampo. La Nestor capisce che può pensare anche a vincere la partita, Davide Sisani fa le prove del gol al 39’ con una girata che esce di poco, poi al 93’ una palla rovinosamente persa a centrocampo, dopo una rimessa in zona di attacco per l’Orvietana, dà l’occasione allo stesso Davide Sisani di avventarsi sulla sfera e a quel punto ritrovarsi un’autostrada che lo porta direttamente in area davanti a Beccaceci. Il numero 7 non può certo sbagliare il gol che fa entrare anche la Nestor in zona playoff.

Queste le parole di Silvano Fiorucci nel dopo gara:

“Dispiace per il risultato, ma tutti devono capire che ogni domenica sarà così, con partite lottate e vinte o perse per un soffio. Abbiamo ottenuto un solo punto nelle ultime due gare, potevamo ottenerne molti di più, ma non dobbiamo fare tragedie o contestare come qualcuno ha fatto, siamo sempre quinti stiamo facendo una buona stagione, questa squadra deve essere amata e sostenuta, di questo abbiamo bisogno. Anche oggi avevamo la difesa inventata, con assenze pesanti, ma tutto sommato ha retto bene. Qualche episodio ci è andato storto, penso al palo incredibile sullo 0-0 e forse a un rigore che poteva starci. Ma dobbiamo guardare avanti senza creare inutili polemiche. Anche oggi vedo che squadre costruite per ammazzare il campionato hanno perso come noi, anzi hanno perso dopo aver perso anche domenica scorsa, quindi dobbiamo rimanere concentrati e capire quella che è la vera realtà di questo torneo”.

 

ORVIETANA – NESTOR 1-2

ORVIETANA (4-3-1-2): Beccaceci; Paletta, Lanzi, De Vitis, Bianco; Bernardini (40’st Idromela), Dida, Locchi (45’st Perquoti); Bertino; Danieli, Chiumarulo (34’st Colangelo). A disp.: Kikkri, Sulimani, Keita, Fattorini, Marsili, Matuzalem. All.: Fiorucci.

NESTOR (4-4-2): G. Bagnetti; Nofri Onofri, A. Ciurnelli, L. Ciurnelli (37’pt Scappini), Szczesniak (24’st Lorenzini); D. Sisani, Goretti, M. Sisani (24’st Santantonio), D’Ambrosio (38’st Vestrelli); Donati (43’st T. Bagnetti), Faraghini. A disp.: Baldoni, De Souza, Scacciatelli, Marinelli. All.: Montecucco.

ARBITRO: Ciorba di Perugia (Brizioli di Perugia – Garofoli di Perugia).

MARCATORI: 45’pt Donati (N), 49’ pt Bertino (O), 48’st D. Sisani (N).

NOTE: ammoniti: Szczesniak, Nofri Onofri, D. Sisani, Donati (N); Lanzi (O). Angoli: 3-2. Recupero: pt: 4‘; st: 5‘.

CLASSIFICA: Spoleto 35; Narnese 33; Tiferno 31; V.A. Sansepolcro 30; Nestor e Orvietana 27; Trasimeno 26; Castel del Piano e Lama 25; Pontevalleceppi 24; Angelana e Ducato 23; Assisi Subasio e San Sisto 21; Gualdo Casacastalda 10; Ellera 7.

PROSSIMO TURNO: Angelana – Orvietana.